Al Salone di Los Angeles 2016 prosegue la carrellata di novità al debutto assoluto tra cui non mancano supercar per pochi eletti. È questo il caso, ad esempio, della nuova Lamborghini Huracan RWD Spyder presentata in Nord America dal costruttore italiano.

La novità di Sant’Agata Bolognese deriva ovviamente dalla Lamborghini Huracan coupé a trazione posteriore, rispetto alla quale cambiano il nome e la struttura della carrozzeria. Il tetto è stato sostituito infatti in questo caso da una tradizionale capote in tela, che può aprirsi e chiudersi elettricamente in 17 secondi anche in movimento, purché non si superino i 50 km/h.

La spider Lamborghini è dotata del potente motore V10 aspirato di 5,2 litri di cilindrata in grado di trasferire sulle ruote posteriori una potenza di 580 cavalli. Tutto ciò, unito al peso complessivo di 1.509 chilogrammi, consente alla Huracan RWD Spyder di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e di toccare una velocità di punta di ben 319 chilometri orari.

Esternamente si notano poche novità, tra cui delle ampie prese d’aria anteriore, mentre lateralmente si possono apprezzare i cerchi in lega Kari da 19 pollici su cui sono montati pneumatici ad alte prestazioni Pirelli P Zero.

Sotto il profilo tecnico si segnala invece la presenza sul volante del tasto ANIMA, un acronimo che sta per “Adaptive Network Intelligent Management” e che consente al conducente di scegliere tra le impostazioni “Strada”, “Sport” e “Corsa” caratterizzate ciascuna da un diverso comportamento della vettura in risposta ai comandi del guidatore.

La Lamborghini Huracan RWD Spyder promette infine di ridurre le turbolenze che si generano nell’abitacolo a capote abbassata tramite un apposito condotto ricavato nel cofano posteriore. Sempre allo stesso scopo sono stati aggiunti dagli ingegneri anche due deflettori laterali.

La nuova supercar a cielo aperto di Lamborghini arriverà sul mercato il prossimo gennaio ad un prezzo stimato di circa 200.000 euro.