Presentazione ufficiale, al Salone di Ginevra 2016, anche per la nuova Lamborghini Huracan LP 610-4 Avio, una delle ultime nate dall’azienda di Sant’Agata Bolognese che si affianca alla Centenario, anch’essa in bella mostra nel corso della kermesse ginevrina.

La produzione della Lamborghini Huracan LP 610-4 Avio è stata limitata a soli 250 esemplari e, chiaramente, già dal nome, dai colori e dai materiali utilizzati si capisce che il tributo al lifestyle del mondo dell’aviazione e dell’aeronautica è ben definito. Perché la fonte d’ispirazione maggiore dell’azienda di Sant’Agata Bolognese sono gli aerei da caccia, dai quali vengono presi in “prestito” soluzioni tecnologiche, aerodinamiche, ergonomiche e di design.

E da questo mondo arrivano molti dettagli presenti a bordo delle vetture Lamborghini: in questo caso, il quadro strumenti digitale, la consolle comandi posizionata sul tunnel centrale come nelle cabine di pilotaggio, il cupolino rosso di accensione del motore, il linguaggio stilistico degli esterni fatto di linee tese e nette, nonché l’ampia offerta di vernici opache.

Sulla Huracan Avio sono presenti lifting system, cruise control e GPS, ma è l’estetica degli allestimenti a tenere banco: la vettura si identifica per una livrea verniciata in bianco o grigio, che in contrasto con il colore della carrozzeria valorizza alcuni dettagli degli esterni. I pannelli porta identificano ulteriormente la versione speciale Avio con un logo, L63 dove L sta per Lamborghini e 63 per l’anno di fondazione dell’Azienda. Lettera e numero sono intervallati da una coccarda tricolore, il distintivo di nazionalità utilizzato in campo aeronautico.

Motore V10 aspirato da 5.2 litri di cilindrata e 610 CV, cambio doppia frizione a 7 rapporti, telaio ibrido in alluminio e carbonio, rapporto peso/potenza di appena 2,33 chilogrammi per CV e prestazioni mozzafiato, da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi e velocità massima di oltre 325 km/h. L’arrivo presso la rete dei concessionari è previsto a partire dall’estate 2016.