La Lamborghini ha presentato, in anteprima mondiale presso la propria sede a Sant’Agata Bolognese, la nuova Lamborghini Huracan GT3. Parallelamente all’annunciato esordio della nuova Huracán LP 620-2 Super Trofeo che scenderà in pista nel Lamborghini Blancpain Super Trofeo in Europa, Asia e Nord America dalla prossima stagione 2015, la Huracán GT3 sarà protagonista nel campionato Blancpain Endurance Series, che prevede
cinque appuntamenti in Europa, tra cui la famosa 24 Ore di Spa-Francorchamps.

Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Automobili Lamborghini, ha detto: “Con la Huracan GT3 Lamborghini Squadra Corse compie un ulteriore passo avanti nello sviluppo e nella produzione di un prodotto destinato a questa categoria, che è tra le più prestigiose e sfidanti nel mondo delle competizioni internazionali. Lamborghini si impegna così direttamente e per la prima volta nel panorama delle competizioni sportive rivolte alle vetture GT sviluppando questo nuovo modello interamente in casa”.

Telaio ibrido, ma non solo

La Lamborghini Huracan GT3 è caratterizzata da un telaio ibrido in alluminio-carbonio, equipaggiata con roll-cage a norma FIA che si estende sino al retrotreno. Componenti del telaio sono state modificate nella parte anteriore per ospitare un radiatore centrale a elevata efficienza per il raffreddamento motore.

Nella parte posteriore le modifiche sono state effettuate al fine di posizionare al meglio la scatola del cambio sviluppato per un applicazione racing e ottenere nel contempo significative migliorie aerodinamiche. Il peso a vuoto della vettura è di 1.230 kg, distribuito al 42% sull’avantreno.

L’aerodinamica

L’aerodinamica della vettura è stata perfezionata per garantire la migliore penetrazione nei flussi d’aria e la massima aderenza e motricità in qualsiasi condizione e su ogni tipo di tracciato. Ulteriormente bilanciato, l’aspetto aerodinamico è ora estremamente efficiente, anche grazie all’alettone posteriore regolabile, al diffusore anteriore e posteriore e alle prese d’aria anteriori, per la ricerca del miglior setup in ogni condizione di pista. L’aerodinamica raffinata consente un accurato raffreddamento dell’impianto frenante.

Fotocredit: Ufficio Stampa Lamborghini