Tra i marchi automobilistici più in salute negli ultimi tempi annoveriamo anche la Lamborghini, che, nonostante produca autentiche supercar per pochi eletti, è in attivo e, anno dopo anno, fa segnare nuovi record di vendita.

Merito di auto apprezzate dalla clientela del genere, e di idee sempre più inclini a soddisfare le esigenze della stessa. Tra queste potrebbe esserci anche la variante super sportiva del nuovo SUV in programma per il 2018, denominato Urus, che potrebbe essere realizzato nella versione SV.

Ecco, detto così sembrerebbe l’ennesimo rumors della rete, e invece è stato proprio l’amministratore delegato del Toro, alias Stephan Winkelmann, a riferire ai colleghi di Autocar che la Lamborghini valuterà la questione in base alle esigenze dei clienti.

In pratica, se ci saranno abbastanza richieste si farà, e questo la dice lunga sulla lungimiranza commerciale del Brand. Comunque, lo stesso Winkelmann ha ammesso che il SUV in questione, la Urus, non dovrebbe avere una linea che si discosti troppo da concept, mentre l’interno sarà diverso per venire incontro alle necessità dei futuri passeggeri.

Detto in parole povere, l’abitacolo sarà più ospitale, e questo significa che gli spazi saranno più ampi, in modo di favorire la comodità degli occupanti. Quindi, eventuali soluzioni ad effetto saranno accantonate.

Tutto questo perché lo scopo della Urus è quello di rappresentare una Lamborghini da utilizzare tutti i giorni, ovviamente i consumi e le prestazioni saranno da supercar, ma per chi potrà permettersela, utilizzarla come auto da famiglia non sarà certo un’utopia.

Ancora non è stata decisa la piattaforma sulla quale verrà realizzata la vettura, ma è chiaro che potrebbe derivare da quella della nuova Audi Q7, e non ci sarebbe da meravigliarsi, visto che rappresenta una soluzione decisamente moderna. Mentre sotto il cofano potrebbe esserci una motorizzazione ibrida con motore termico V8 ed una potenza di circa 680 CV.