La notizia è di quelle importanti: Stefano Domenicali potrebbe diventare il nuovo amministratore delegato della Lamborghini! Ovviamente, il condizionale è d’obbligo e non c’è niente di ufficiale, solamente un’indiscrezione, che i colleghi di Quattroruote hanno diffuso attraverso il sito internet della rivista.

Chiaramente, da parte degli uomini Lamborghini non ci sono commenti al riguardo, visto che hanno preferito, sempre secondo i colleghi, non parlare della questione. Quindi dovremo aspettare, ma neanche troppo, per avere delle risposte, perché il passaggio potrebbe avvenire in tempi brevi.

Dopo tutto, Domenicali è già entrato nell’orbita Audi da un anno, e la Casa di Sant’Agata Bolognese è sotto il controllo dei Quattro Anelli, per cui, l’ex team manager della Ferrari in Formula 1 potrebbe avere una sorta di corsia preferenziale.

Insomma, una storia che, se concretizzata, sarebbe quanto meno particolare, considerati i trascorsi di Domenicali a Maranello, dove ha sfiorato il mondiale durante la gestione del team della massima formula ed ha visto da vicino, come componente della scuderia, l’epopea di Schumacher.

A questo punto, visto che ci si avvicina anche al centenario dalla nascita di Ferruccio Lamborghini, è chiaro che non può ritornare alla mente la disputa tra il fondatore della Casa del Toro ed Enzo Ferrari; per cui, un ex dipendente del Cavallino Rampante che va a ricoprire un ruolo altrettanto prestigioso alla Lamborghini sarebbe una vicenda singolare, ma non impossibile, visto che a Domenicali non mancano le capacità gestionali, né le qualità umane per guidare un gruppo di persone.

Chissà, se con lui al comando, la Lamborghini potrebbe subire dei cambiamenti e magari acquisire qualche influenza proprio da Maranello, nonostante a Sant’Agata siano orgogliosi del loro passato e delle caratteristiche delle loro vetture?

E’ presto per dirlo, ma chiaramente c’è tanta curiosità intorno alla faccenda, che ha sempre al centro l’Emilia, terra di motori e di appassionati, dove nascono i capolavori motoristici italiani.