Difficile non accontentarsi di quello che riesce a dare in termini di immagine e di prestazioni una vettura come la Lamborghini Aventador SV, ancora più estrema della già sportivissima Aventador “convenzionale”. Ma c’è chi non rinuncia ad elaborare anche la supersportiva della Casa del Toro.

Nello specifico, Wheelsandmore, che ha deciso di metterci sopra le mani per migliorarla dal punto di vista prestazionale e conferire qualche tocco di esclusività alla linea conturbante della Lambo più potente della gamma.

Con una base importante, dove spicca senz’altro il 12 cilindri da 6,5 litri capace di esprimere 750 CV, era francamente difficile pensare di migliorare il capolavoro degli uomini di Sant’Agata Bolognese. Per questo, Wheelsandmore si è concentrato sui dettagli, al fine di rendere la sua Aventador SV ancora più irresistibile.

Così, la linea risulta più aggressiva per via delle strisce che riportano il nome del tuner in questione, il sound è ulteriormente rinvigorito da un nuovo impianto di scarico, mentre le ruote in fibra di carbonio riescono ad alleggerire l’auto di 2 kg.

La meccanica prevede l’apporto del nuovo scarico, citato in precedenza, e l’elettronica si avvale di una centralina rimappata, in modo che il cuore della Aventador SV possa scaricare sull’asfalto una potenza pari ad 800 CV ed una coppia motrice di 710 Nm. Così, l’accelerazione diventa furiosa e lo scatto da 0 a 100 km/h è coperto in appena 2,7 secondi.

Numeri importanti, che rendono l’idea di quanto possa essere devastante quest’auto su un circuito, visto che la velocità massima dichiarata è superiore ai 350 km/h già nel modello di serie. Dunque, un soft tuning, teso ad enfatizzare ulteriormente il lavoro degli uomini del Toro, mirato a non snaturare il comportamento dell’Aventador SV.

Una scelta importante da parte di questo tuner che si è cimentato con uno dei mostri sacri a quattro ruote e che non è nuovo ad iniziative del genere.