La Suzuki Alto è una macchina giapponese che una volta introdotta nel mercato italiano ha dato del filo da torcere alle altre utilitarie di piccole dimensioni. Un articolo abbastanza vecchio, uscito su una rivista di settore, ne elogia il motore e il design. Cerchiamo di conoscere un po’ meglio questa vettura.

Le concorrenti dirette della Suzuki Alto sono di certo la Toyota Yaris, la Citroen C1 e la Peugeot 107. Un po’ perché tutte e tre hanno in comune le curve morbide della carrozzeria e i consumi di carburante contenuti. A livello di motore stiamo parlando di una tre cilindri a benzina con cinque marce.

Cinque sono anche le porte che ne fanno un’auto davvero comoda per viaggiare in città e anche per gli spostamenti più lunghi.

Gli allestimenti previsti per la Suzuki Alto sono almeno due: GL e GLX. È dotata di climatizzatore, di fendinebbia, cerchi in lega e airbag in entrambe le postazioni anteriori.

La vettura è stabile è può essere arricchita da molti optional su richiesta dell’automobilista: per esempio cambio automatico, sensori di parcheggio e vernice metallizzata.

Fino alla fine del mese, la versione GL è disponibile ad un prezzo di base di 8.190 euro.

La Suzuki Alto GL non ha in dotazione la vernice metallizzata ma di serie prevede: “doppio airbag anteriore, airbag laterale, alzacristalli elettrici anteriori, fendinebbia, chiusura centralizzata, aria condizionata manuale, radio con lettore CD e MP3, sedile guidatore regolabile in altezza e schienali dei sedili posteriori ribaltabili separatamente.”