Monza. 6 Maggio. Tribuna fine rettilineo ingresso prima variante. Partenza gara 1 del Mondiale Superbike.
Partiti! Ma dopo le prime gocce d’acqua gara sospesa. Aspettiamo e non piove più, poi uno scroscio. Ci aspettiamo la ripartenza con gara dichiarata bagnata e niente gara annullata.

Gara 2: già dai primi giri la Kawasaki prende il largo ma alle prime gocce di pioggia i piloti alzano il braccio ( soprattutto quelli dietro). Tutti a casa. Sono di Monza quindi attraverso l’incrocio e sono già arrivato, ma mi immagino tutti quelli che hanno percorso migliaia di chilometri per accamparsi lungo le reti dopo aver pagato il bigletto. No comment.

Non mi resta che ricordare quella Monza del Vittorio Brambilla “il mago della pioggia “che vinse un gran premio allagato tagliando il traguardo in testa coda al volante della sua March color arancio “Beta utensili”, oppure altri campioni del passato maestri della guida sui fondi viscidi. Forse erano altri tempi e oggi la tecnologia esasperata impone dei limiti diversi, ma di certo così lo spettacolo ne risente. Non ci resta che gustarci questi due video bagnati e ricordare i piloti che hanno fatto la storia anche sotto la pioggia.