Fine della telenovela Saab: la Casa svedese infatti è stata acquistata dalla National Electric Vehicle Sweden AB, consorzio svedese-cinese-giapponese che ha rilevato il marchio dal curatore fallimentare, nelle cui mani Saab era da dicembre scorso. Una happy end per la Casa di Trolhattan che vede finalmente un futuro dalle tinte verdi.

La nuova proprietà infatti ha intenzione di trasformare Saab in un’azienda leader nel mercato delle auto elettriche e ha già presentato i piani di sviluppo. Verso la fine del 2013 o l’inizio del 2014 infatti vedremo la 9-3 elettrica e più avanti (ancora non si sa quando) un modello completamente nuovo, sempre a emissioni zero, basato sulla piattaforma Phoenix. Niente 9-5 o 9-4X però: la National Electric Vehicle Sweden AB infatti non ha acquisito i diritti di sfruttamento dei pianali dell’ammiraglia e della SUV, ma solo quelli di 9-3 e della concept Phoenix.

I 3 pilastri su cui poggerà la nuova Saab saranno design svedese, tecnologia giapponese e soldi cinesi. Una bella base che può certo far ben sperare i cultori del marchio. Sicuramente nei prossimi giorni si avranno ulteriori notizie, non ci resta che aspettare. Nel frattempo la filiale italiana ha rilasciato un comunicato stampa che recita così “A seguito dell’annuncio in data odierna, 13 giugno 2012, della vendita di Saab Automobile AB al consorzio cino-giapponese NEVS, Saab Automobile Italy (Saab Italia) informa che la distribuzione dei ricambi e degli accessori forniti da Saab Automobile Parts AB, società al momento non coinvolta nella cessione, continuerà come di consueto così come continua ad essere attiva la rete di assistenza su tutto il territorio italiano.”