Presentata al Salone di Los Angeles la Nuova Mazda CX-3, la nuova nata della Casa nipponica che propone una convincente “evoluzione suv” della Mazda 2. I richiami alla nuova 2 effettivamente sono tanti e marcati a cominciare dall’utilizzo di uno dei suoi motori. A differenza della nuova Mazda 2 però la nuova Mazda CX-3 verrà offerta con una scelta fra trazione anteriore o quattro ruote motrici spingendo ancor più, se possibile, in direzione della “compattezza”. A metà strada tra l’ultima generazione della 2 e l’attuale “sorella maggiore” CX-5, la nuova CX-3 propone una griglia anteriore innovativa, un design accattivante lungo i suoi fianchi e fanali posteriori assottigliati, tre soluzioni estetiche derivate dalla nuova 2 anche se la CX-3 è più lunga di 21,5 centimetri e più alta di 5,5 centimetri. Il passo, invece, rimane lo stesso misurando 2570 millimetri.

Anche gli interni richiamano molto da vicino la Mazda 2 presentando stesso tipo di plancia, sottile e slanciata e uno schermo centrale che può essere controllato da entrambi i passeggeri anteriore, in grado di offrire un congruo pacchetto di infotainment con navigazione satellitare e servizi internet in streaming. Dal punto di vista delle motorizzazioni Mazda ha voluto anticipare alcuni dettagli confermando che la CX-3 sarà offerta con un 2000 cc a benzina con due livelli di potenza e un diesel da 1500 cc. I motori benzina sono le stesse unità montate sulla Mazda 3 che dovrebbero erogare una potenza di 118 o 163 CV.

Per quanto riguarda il 1500 cc diesel, invece, dovrebbe essere lo stesso motore montato sulla Mazda 2, con 104 CV. mentre il sistema di trazione integrale è lo stesso utilizzato sulla CX-5. Tutte le combinazioni di motore e cambio saranno offerte con trazione anteriore o quattro ruote motrici, a parte il diesel che sarà disponibile solo con la trazione integrale. C.Ca.