La seconda tappa della Mille Miglia ha un sapore speciale perché arriva nella splendida cornice capitolina, dove in serata i bolidi d’epoca riceveranno gli applausi della folla di appassionati e curiosi. E’ il secondo giorno dell’edizione 2015 della Freccia Rossa, che ieri ha vissuto per la prima volta, da quando esiste la rievocazione storica, la conclusione di una tappa a Rimini.

Dopo aver trascorso la notte sul lungo mare di Rimini, 425 vetture delle 438 partecipanti, hanno preso la direzione di San Marino, per poi attraversare le Marche, costeggiando l’Adriatico, e adesso viaggiano in direzione di Castel Sant’Angelo.

Qui arriveranno prima i modelli Ferrari e Mercedes che prendono parte al Tribute to Mille Miglia, si tratta delle auto di questi marchi costruite dal 1958 ad oggi, che anticiperanno l’arrivo delle protagoniste della Freccia Rossa.

Tra queste, al momento, in seguito alle 15 prove cronometrate disputate nella giornata di ieri, troviamo al comando della gara Andrea Vesco e Andrea Guerini su FIAT 514 MM del 1930, che precedono Giordano Mozzi e Stefania Biacca su OM 665 Sport Superba 2000 del 1927, Juan Tonconogy e Guillermo Berisso su Bugatti T 40 del 1927, Riccardo Cristina e Sabrina Baroli su Bugatti T 40 del 1927 e al quinto posto Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia su Bugatti T 40 del 1928.
La seconda cinquina vede il team di Daniel Andre Erejomovich e Gustavo Llanos su Aston Martin Le Mans del 1933, Sergio Sisti e Anna Gualandi su MG TB del 1939, a seguire Ezio e Andrea Ronzoni su Lancia Lambda del 1928, Giovanni Moceri e Lucia Galliani su Chrysler 72 del 1927 e, a chiudere, la classifica provvisoria dei primi dieci troviamo Pablo Stalman e Fernando Sanchez Zinny su Bugatti T 40 Gran Sport del 1929.

Chiaramente, considerando le numerose prove che verranno disputate nella giornata di oggi, le posizioni nella graduatoria generale potranno subire dei cambiamenti, in quanto, sia le vetture che i concorrenti saranno impegnati in maniera importante.