Tutti a Valencia ci tenevano a fare bene, soprattutto gli italiani che per identità nazionale pensavano a fare la gara migliore della stagione in onore di Sic. Ma qualcosa non è andato bene.Di certo c’è da dire che fino alla fine si sono dati battaglia tutti. Stoner si è fatto beffare la prima posizione da Spies molto più abile sul bagnato. Poi però, approfittando di un errore dell’avversario nell’uscita dall’ultima curva, ha accelerato e vinto.

Veramente una vittoria sul fotofinish. Oltre all’arrivo, quel che ha colpito maggiormente è stata la partenza. Pedrosa è partito come una fionda. I Respol Honda si sono immediatamente messi in evidenza con Stoner, Dovizioso e lo stesso Dani.

Poi però alla prima staccata Bautista fa strike. Un pilota sempre molto lineare e pulito e quindi è facile credergli quando chiede scusa agli altri per l’accaduto. Dice di essere stato toccato dalla sbandata di Dovizioso ma i replay non dicono la stessa cosa.

Fondamentalmente Bautista ha sbagliato i tempi in frenata ed è scivolato, portandosi fuori pista altri tre piloti: i due Ducati, Rossi e Hayden e De Puniet. Rossi l’ha guardato sgomento. Si sono tutti rialzati uscendo mestamente dalla pista.

Rossi ha commentato sereno la caduta, almeno così non ha superato Sic nella classifica iridata.