La presentazione della Lamborghini Urus è stata presa da molti come un addio definitivo alla possibilità di veder prodotta la Estoque, berlina/coupé 4 porte vista per la prima volta al Salone di Parigi 2008. Ebbene, pare che invece non tutto sia perduto.

Facciamo un passo indietro: pochi mesi fa i rumors provenienti da Sant’Agata parlavano dei vari dubbi che attanagliavano i vertici della Casa, indecisi se produrre una SUV o la versione di serie dell’Estoque. Le dichiarazioni ufficiali parlavano di una Lambo per tutti i giorni, non diradando così alcun dubbio. Poi con l’apertura del Salone di Pechino abbiamo avuto la risposta con tanto di spiegazione da parte dell’ad Lamborghini Stefan Winkelmann, il quale ha dichiarato che la SUV veniva ritenuta più adatta al mercato odierno, anche perché “Gli studi hanno dimostrato che praticamente tutti i proprietari di Lamborghini hanno anche una SUV nel loro garage e abbiamo quindi pensato che la Urus fosse l’ideale estensione delle nostre supercar.”

Appare quindi chiaro come a Sant’Agata non è che non credessero nel progetto Estoque, semplicemente ora come ora il mercato delle Sport Utility è troppo forte per rimanerne fuori. “La Estoque è rimasta in stand by per una serie di ragioni, tra le quali il fatto che non disponiamo di una piattaforma adatta” ha dichiarato Winkelmann ad AutoWeek “Non abbiamo ancora completamente abbandonato l’idea di produrre una berlina, ma semplicemente abbiamo visto un potenziale maggiore nel donare i classici attributi Lamborghini in una SUV.”

E’ quindi possibile che in futuro a Sant’Agata si regalino il 4° modello, anch’esso “per tutti”, e con le forme della Estoque e probabilmente il pianale della Porsche Panamera.