Le auto che si guidano da sole per ora sono solo prototipi ultratecnologici e certamente non pronti a una commercializzazione di massa e nemmeno alla circolazione su strade pubbliche. Almeno, non lo erano. Lo stato del Nevada infatti ha deciso di permettere alla Google car (prototipo del colosso di Mountain View su base Toyota Prius) di circolare sulle sue strade, dotandola di una speciale targa.

Il rilascio del permesso naturalmente è stato effettuato solo dopo una prova su strada, con la Google car impegnata nel tragitto tra Carson City e Las Vegas, passando da tratti autostradali a strade cittadine, così da permettere agli esaminatori di farsi un’idea completa sulla sicurezza dell’auto. Il primo contatto tra Nevada e l’auto di Google era avvenuto già un anno fa, con Bruce Breslow (direttore del dipartimento della motorizzazione del Nevada) invitato a Mountain View per un test su strada.

Ora che il permesso è stato concesso la grande G potrà continuare i propri test, ma sempre con almeno 2 persone a bordo della Prius. Lo stato del Nevada infatti prevede che a nell’abitacolo ci siano sempre minimo 2 occupanti per questioni di sicurezza. Naturalmente non solo Google potrà beneficiare della possibilità di circolare sui 41.600 km di strade del Nevada. Le Case automobilistiche (come General Motors) e altre aziende potranno far circolare i propri prototipi, a condizione che questi abbiano già percorso almeno 10.000 km e che l’azienda responsabile sottoscriva una fidejussione tra 1 e 3 milioni di dollari (a seconda del numero di auto che intende far circolare).