Ora è ufficiale, anche la Formula 1, uno sport motoristico che muove milioni di dollari, ha un prezzo, o quantomeno ci sono persone interessate a comprare il grande circus iridato che, per quanto in difficoltà a livello di appeal, continua ad avere ancora un fascino incredibile dal punto di vista finanziario.

Così, durante un’intervista con il The Mail on Sunday, Bernie Ecclestone ha fatto capire che la massima formula potrebbe cambiare proprietà prima di quanto si pensi. “Penso che prima o poi la CVC prenderà una decisione sulla vendita. Ci sono alcune persone interessate ad acquistare. Anzi, con due, è già stato concordato un prezzo. Ora dipende tutto dalla volontà della CVC, se vorrà vendere o meno”.

Già, ma come si evolverà il circus, che auto vedremo in caso di un avvicendamento proprietario? “Non si può sapere fino a quando qualcuno non acquista. Ha giustamente spiegato il patron della Formula 1, prima è impossibile prevedere come si comporterà”.

Comunque, già che è a capo di questa categoria, Ecclestone non ha avuto il minimo dubbio in merito all’ipotesi di far entrare anche Las Vegas in calendario: “abbiamo 21 gare in questo momento. Se ne potrebbero anche fare di più, ma non credo che succederà. Sono abbastanza ed i ragazzi delle squadre sono davvero stanti, anche se andare a Las Vegas sarebbe super”.

Quindi tutto potrebbe cambiare, o forse non cambierà niente, e l’ipotesi di potenziali acquirenti potrebbe essere solamente un mezzo per trovare una posizione di forza nei confronti dei team e, soprattutto, dei piloti, dopo la lettera recente che questi hanno inviato ai vertici della Formula 1.

Così, staremo a vedere se questa trattativa dai ricavi incredibili andrà a buon fine o rimarrà solamente una grande nuvola di fumo su una massima formula che brilla ancora del grigio splendente delle frecce d’argento nella speranza che possa tornare a colorarsi di rosso per riavvicinare gli appassionati tramite una rivalità storica.