La Ferrari ha comunicato stamane di aver rinnovato il contratto di Kimi Raikkonen anche per la prossima stagione. Il pilota finlandese manterrà così il proprio posto in squadra facendo coppia ancora per un’altra stagione con Sebastian Vettel e mettendo fine alle voci che davano per possibile un cambio all’interno della Rossa.

Il fine settimana che porterà al Gran Premio di Gran Bretagna si sta dimostrando ricca di notizie per la Ferrari, che poche ore ha annunciato l’arrivo del nuovo sponsor Ray-Ban. Da notare inoltre che la conferma di Kimi Raikkonen è arrivata con un certo anticipo rispetto a quanto avvenuto l’anno passato, quando il campione del mondo 2007 fu confermato solo dopo l’estate e solo dopo mesi di voci che ipotizzavano gli scenari più vari, con diversi nomi del paddock associati di volta in volta alla scuderia italiana.

Stavolta, quindi, dalle parti di Maranello hanno preferito evitare ogni illazione che avrebbe potuto disturbare la concentrazione dei piloti e della squadra, impegnata nell’affannosa ricerca di recuperare terreno nei confronti della Mercedes. La scelta di Marchionne e Arrivabene appare chiaramente improntata alla continuità e conferma la volontà di non alterare gli equilibri instauratisi tra Vettel e Raikkonen in questi anni.

Nei mesi scorsi non erano tuttavia mancate le solite voci che avanzavano l’ipotesi di Daniel Ricciardo in rosso, mentre di recente qualcuno aveva parlato di un possibile clamoroso approdo alla Ferrari di Nico Rosberg. In realtà, il prolungamento dell’australiano con la Red Bull prima, e le trattative serrate per il rinnovo del contratto portate avanti da Rosberg con la Mercedes poi, hanno di fatto ridotto le possibilità di un cambio sul sedile del Cavallino.

I nomi non certo di richiamo dei piloti potenzialmente ingaggiabili hanno chiaramente fatto propendere la Ferrari per una linea più conservativa, con la speranza che Raikkonen continui anche per la prossima stagione il rendimento regolare che, pur senza troppi lampi e con qualche errore evitabile, lo ha portato quest’anno all’attuale terzo posto in classifica a pari punti con il compagno di squadra.