Con un mercato sempre più in crescita Ferrari non poteva certo mancare al Salone di Pechino 2012 dove, oltre alla F12berlinetta già vista a Ginevra, ha presentato l’evoluzione del sistema HY-KERS, presentato questa volta con layout posteriore centrale. Il propulsore è un V12 accoppiato al cambio F1 doppia frizione al quale è associato un motore elettrico. E’ poi presente un secondo motore elettrico, dedicato però a tutti i sistemi ausiliari e trova spazio davanti al motore termico. Entrambi i propulsori elettrici sono alimentati da batterie il cui alloggiamento può essere deciso in base agli spazi disponibili. Il tutto è stato sviluppato assieme alla divisione Formula 1.

Naturalmente la presenza dei motori ausiliari serve sia per contenere emissioni e consumi, sia per rendere più pronta e scattante l’auto: pare infatti che la CO2 emessa sia tagliata addirittura del 40%. Il funzionamento prevede che il motore elettrico della HY-KERS utilizzi una delle due frizioni del cambio per trasmettere il moto ad uno dei due alberi primari. In tal modo si può avere in maniera istantanea la disponibilità di potenza e coppia. In frenata poi il propulsore elettrico “assorbe” l’energia cinetica dissipata e la trasferisce alle batterie per ricaricarle.

Il sistema HY-KERS è ormai praticamente pronto e dovrebbe debuttare sull’erede della Ferrari Enzo, attesa per il prossimo anno.