La nuova Kia Stinger debutta in versione europea dopo la presentazione al Salone di Detroit. Prima granturismo prodotta dal marchio coreano, la Stinger arriverà nelle concessionarie italiane il prossimo novembre con l’ambizioso obiettivo di sfidare concorrenti come l’Audi A5 Sportback o la Bmw Serie 4 Gran Coupé. Lunga oltre 4.80 metri, la nuova Kia Stinger punta a stupire oltre che per l’immagine per la dotazione e per il piacere di guida che saprà offrire.

Kia Stinger, motorizzazioni

Commercializzata in Italia in tre diverse motorizzazioni,  l’unità che probabilmente otterrà il maggiore successo sarà il 4 cilindri turbodiesel 2.2 litri da 200 cavalli a 3800 giri con 441 Nm di coppia da 1750  a 2750 giri/min. Secondo Kia il diesel sarà caratterizzato da bassi consumi, mentre le prestazioni saranno di tutto rispetto grazie agli 8.5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e 225 km/h di velocità massima. Sul fronte delle versioni a benzina troviamo il 2.0 turbo da 255 cavalli o il nuovo 3.3 litri V6 biturbo da 370 cavalli a 6000 giri con 510 Nm di coppia scaricati a terra i 1300 e i 4500 giri. Su tutte le versioni sarà montato il cambio automatico a 8 rapporti, La trazione posteriore con differenziale autobloccante di serie mentre l’integrale verrà offerto sulla Kia Stinger diesel e sulla versione benzina da 370 cavalli.

Sicurezza ai massimi

Altra grande novità riguarda i tanti dispositivi montati sulla Kia Stinger. Tra i vari sistemi non manca il mantenimento automatico della carreggiata  con controllo dell’angolo cieco e l’FCA (Forward Collision Assistance) che integra l’AEB (Autonomous Emergency Braking) con riconoscimento dei pedoni e altri ostacoli. Presente anche L’ASCC (Advanced Smart Cruise Control), in grado di gestire la distanza dagli altri veicoli adeguando la velocità alle condizioni del traffico fino all’arresto completo.

Nuova piattaforma

Leggendo la scheda tecnica della nuova Kia Stinger troviamo l’utilizzo di una nuova piattaforma, nata utilizzando come punto di riferimento le strutture utilizzate dai marchi premium tedeschi. Nello specifico la Kia Stinger monta uno schema McPherson all’anteriore e multilink al posteriore, i freni Brembo sono di serie sulla versione a sei cilindri e debutta il sistema di controllo degli ammortizzatori. Scegliendo tra le cinque differenti modalità denominate Personal, Eco, Sport, Comfort e Smart, oltre agli ammortizzatori verrà modificata la risposta del pedale del gas, del servosterzo, del cambio e del controllo di stabilità. Nessuna informazione sui prezzi della nuova Kia Stinger, anche se saranno molto probabilmente i più alti della gamma commercializzata in Italia.