Torna alla ribalta il modello Kia più amato e apprezzato, forse il più rappresentativo per la casa automobilistica coreana: stiamo parlando del SUV-Crossover Sportage. La nuova Kia Sportage sarà ulteriormente migliorata sotto tutti gli aspetti: estetica, finiture, dotazioni, tecnologia e offerta di motorizzazioni.

L’estetica beneficia della nuova griglia frontale, delle nuove luci posteriori a LED (di serie sulla versione top), degli inediti cerchi in lega da 17 e 18 pollici e della nuova antenna “shark fin” sul tetto (a seconda delle versioni).

All’interno i miglioramenti riguardano l’uso esteso di materiali soft-touch nella plancia e nella parte superiore dei pannelli porta, mentre, nella versione top, esordisce un’inedita selleria in pelle chiara che massimizza la percezione “premium”.

La tecnologia è un punto fondamentale nella New Sportage con il nuovo cruscotto Supervision Cluster che integra un display TFT da 4,2 pollici che rende più completa la lettura delle informazioni ed allo schermo LCD a colori da 4,3 pollici con tecnologia touchscreen dedicato alle funzioni del Kia Media Box che funge da display per la telecamera posteriore.

Le versioni offerte da Kia sono: Active, Cool e Class, con tre motorizzazioni: 1.6 GDI a benzina a iniezione diretta, 1.6 EcoGPL e 1.7 CRDi diesel. Le versioni AWD, con trazione integrale a controllo elettronico, sono identificate dal brand REBEL con tre allestimenti per tre clienti diversi: Pure, Feel e R Rebel. In questo caso la motorizzazione è il noto e apprezzato diesel 2.0 CRDi nelle versioni da 136 e 184 CV di potenza, sia con cambio manuale, sia automatico.

Con la versione GPL viene iniettato direttamente in ciascun cilindro dai singoli iniettori allo stato liquido, esattamente come avviene per la benzina, e l’innovazione comporta una serie di importanti vantaggi funzionali:
- la possibilità di avviare il motore direttamente a GPL (con risparmio di benzina)
- riduzione drastica delle emissioni di particolato
- riduzione delle emissioni di CO2 (circa il 10% in meno)
- riduzione delle emissioni di HC e CO a freddo
- eliminazione della possibilità di emettere residui di gas allo scarico.

Tante le versione offerte dal marchio coreano che vuole riproporsi alla grande nel mercato occidentale, oltre ovviamente a quello di “casa”. La soluzione a GPL è un’alternativa ideale per avere un’auto a poco impatto ambientale e di contenimento dei costi, con le stesse caratteristiche dei modelli a benzina.

LEGGI ANCHE:

Audi Sport quattro laserlight concept: la prima coupé ibrida con proiettori laser

Tata Bolt e Zest: ecco le due nuove piccole indiane

Moto elettrica: ecco a voi la Johammer