Guidare in modo totalmente elettrico senza farsi mancare proprio nulla, in totale silenzio: siamo al volante della Kia Soul ECO-electric, primo veicolo full electric del brand coreano. Le strade a traffico limitato, come quelle di Milano (e sono veramente molte) non sono più uno scoglio, andiamo ovunque.

La prima cosa che notiamo di questa auto è la grande personalità, grazie al design caratteristico, la riconosci subito la nuova Soul ECO-electric. Con i suoi 200 Km di autonomia e tempi di ricarica ridottissimi è destinata a diventare vero e proprio riferimento all’interno del segmento zero emissioni, un veicolo adatto ai percorsi cittadini che contribuisce all’abbattimento dell’inquinamento anche acustico: non sfrutta combustibili come la benzina, ma ha un motore elettrico alimentato dalla batteria con il relativo vantaggio economico legato all’uso dell’elettricità.

Di fatto abbiamo 212 Km di autonomia, ma ovviamente non li sfruttiamo tutti, sebbene passiamo molto tempo con lei. È piacevole premere il pedale dell’acceleratore e non sentire alcun rumore provenire dal cofano motore, soprattutto perché le prestazioni non sono affatto sacrificate. Altrettanto piacevole è l’assenza di vibrazioni grazie alle sospensioni efficaci sulle sconnessioni della strada.

Look sostenibile

Seduti dietro, l’abitacolo offre spazio per le gambe e in altezza, anche per i più alti. Inoltre, se la nostra compagna non si fa notare per il suo rombo, il suo design è un cubo bicolore “Pure Soul” bianco e turchese che non passa inosservato, con tanto di cerchi in lega specifici, luci posteriori a LED e griglia frontale che copre lo sportello di ricarica. A questo si aggiungono i paraurti non solo affinati dal punto di vista aerodinamico, ma anche coerenti alla missione ecologica del modello in quanto realizzati con materiale riciclabile; stesso discorso per i materiali di arredo interno, a loro volta in larga misura ecocompatibili e biodegradabili come la cellulosa e la canna da zucchero.

È senz’altro innovativo il cruscotto elettronico Organic LED e la plancia realizzata con un processo di doppia iniezione che migliora la sensazione di qualità e il soft touch della superficie. Sulla Soul Eco Eletric sono stati adottati dei sistemi per ridurre “l’ansia da autonomia”, che è il problema caratteristico delle vetture elettriche; fra questi, il controllo dei consumi energetici, la ricerca automatica dei punti di ricarica e il calcolo in tempo reale dell’autonomia residua.

La velocità massima è di 145 Km/h con un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in meno di 12 secondi. Tre modalità di marcia ottimizzano i consumi e ciascuna modalità viene ottimizzata, a richiesta, con il programma “Eco-mode” per ottenere il massimo di efficienza e di autonomia possibili.

Come si ricarica?

Semplice, la Soul Eco Eletric può essere ricaricata con una normale presa di corrente o una stazione per la ricarica rapida a corrente continua a 480V. Utilizzando il cavo di ricarica di bordo da 6,6 kW che si trova nel bagagliaio il tempo di ricarica varia da 24 ore per un impianto a 120 volt a meno di 5 ore per un impianto a 240 volt. Con un sistema di ricarica rapida a corrente continua da 100 kW sono sufficienti 25 minuti per ricaricare le batterie all’80%.

Una chiccha della ECO-electric è la disponibilità di un sistema che consente di programmare l’attivazione della climatizzazione 30 minuti prima dell’ora prevista di partenza, mentre la vettura è ancora collegata al sistema di ricarica, consentendo di salire a bordo con il clima desiderato senza influire sull’autonomia residua. L’unica pecca? le colonnine di ricarica, ma questo è il problema che hanno

Il prezzo è di di 36.000 euro senza dimenticare la garanzia Kia estesa a 7 anni e 150.000 km anche per quanto riguarda le batterie. Sarà commercializzata nel corso del 2015.