Al prossimo Salone di Ginevra ci sarà il debutto, in Europa, del Kia Niro, nuovo crossover ibrido dell’azienda coreana. Nell’attesa, Leonardo.it ha potuto vederlo in anteprima presso la sede di Francoforte, in Germania, di Kia Europe.

Una proposta decisamente innovativa nel mercato delle vetture ibride, che al suo esordio si presenta con un sistema di propulsione ibrida di prossima generazione che permette di abbassare le emissioni di CO2 fin sotto i 90 grammi/km.

La Kia Niro, secondo quanto riferito dalla casa coreana, è da considerarsi la capostipite di una nuova famiglia di vetture a basso impatto ambientale, un’inedita interpretazione del concetto alternativo di praticità, stile e personalità crossover integrato da un sistema propulsore ibrido di nuova generazione.

Il sistema ibrido di Kia Niro è composto da un motore termico 1600 GDI (Gasoline Direct Injection), il pacco di batterie litio-polimeri, il motore elettrico da 32 kW e il cambio a sei marce a doppia frizione e dovrebbe raggiungere emissioni di CO2 pari a 89 g/km.

Michael Cole, Chief Operating Officer di Kia Motors Europe, ha dichiarato: “Con Niro saremo in grado di offrire al mercato un mix di praticità e di stile contemporaneo, come è tradizione di Kia, uniti a un efficiente sistema ibrido che abbassa i costi per il carburante. Kia Niro riempie un vuoto nel mercato e attirerà una parte importante dei consumatori europei. Le vendite di modelli ibridi sono più che raddoppiate in Europa negli ultimi cinque anni e si prevede arriveranno a circa 700.000 esemplari nel 2020. Con la nuova Niro Kia sarà in grado di rispondere efficacemente alla domanda di vetture con propulsori alternativi e di abbassare nel 2020 il consumo medio di flotta del 25% rispetto ai valori del 2014.”

Design pratico, personalità estetica di un crossover compatto con l’aspetto slanciato e finemente scolpito, il Kia Niro ha un profilo aerodinamico, il classico frontale a naso di tigre e il terzo montante robusto, assieme a molti altri dettagli, rendono Niro immediatamente riconoscibile.

In Europa, a seconda dei diversi mercati, sarà disponibile in sette colorazioni con cerchi a scelta da 16 a 18 pollici. Il pacco batterie litio-polimeri da 1,56 kWh è quello più compatto e leggero utilizzato fino ad ora da Kia; ha una densità di energia superiore del 50% e una efficienza energetica superiore del 13% rispetto ai migliori concorrenti. Il peso è contenuto in soli 33 kg.

Lo sviluppo della nuova Kia Niro e della sua piattaforma dedicata rientra nella strategia complessiva di Kia di diventare leader di mercato nelle vetture a basse emissioni entro il 2020. Nel corso di questi 5 anni, Kia amplierà l’attuale gamma di quattro modelli “verdi” fino a 11 modelli, a partire da Niro e Optima plug-in Hybrid, e questo consentirà di raggiungere l’obiettivo di migliorare l’efficienza media della gamma Kia del 25% rispetto ai valori del 2014.