Kia Motor Company ha confermato la decisione di mettere in produzione la Kia Niro Hybrid entro fine 2016. Si tratta di un un nuovo modello a basse emissioni che allargherà ulteriormente la gamma delle vetture della casa coreana destinate ai mercati globali. Per la futura Niro è stata adottata la definizione HUV, Hybrid Utility Vehicle, per identificare il concetto innovativo di questo progetto al quale è stata dedicata una nuova piattaforma destinata ai futuri modelli a basso impatto ambientale. Una definizione, quella di HUV, ispirata dal profilo da SUV compatto e slanciato.

Kia Niro Hybrid punta a essere pratica e attraente come i moderni SUV di dimensioni compatte, un progetto nato per assecondare tutte le aspettative dei clienti di un SUV compatto, con in più l’efficienza e l’economicità della motorizzazione ibrida: “I nostri tecnici hanno avuto carta bianca nel concepire un progetto innovativo e capace di attirare nuova clientela - ha detto Hyoung-Keun Lee, Vice President & CEO di Kia Motors Corporation -. Il mercato dei SUV compatti continua ad essere in rapida crescita in tutto il mondo e siamo convinti che l’estetica innovativa e la praticità di Niro Hybrid Utility Vehicle ne farà una delle vetture più attraenti e di successo del segmento”.

La struttura originale della Kia Niro Hybrid è un’architettura dedicata, composta per più del 50% di acciai speciali ad altissima resistenza che Kia intende utilizzare in futuro per rispettare l’obiettivo di ottenere una riduzione del 5% nel peso delle vetture da qui al 2020. Pur essendo un modello assolutamente originale e senza precedenti, Niro è in linea con la tradizionale attenzione del marchio per il design ed è immediatamente riconoscibile come una Kia grazie alla classica griglia frontale a naso di tigre agli altri elementi tipici dello stile di marca. La carrozzeria della nuova Kia Niro Hybrid è opera del Centro Stile americano in California e di quello di Namyang in Korea. Il veicolo mira a proporzioni equilibrate, forme morbide e look deciso mentre il passo lungo è volto a minimizzare gli sbalzi anteriore e posteriore assicurando il massimo spazio a disposizione dell’abitacolo.

Lo sforzo principale dei progettisti è stato quello di ottenere i consumi di carburante più bassi del segmento, con l’obiettivo di mantenere le emissioni di CO2 al di sotto di 90 gr/km. Alla base c’è il sistema ibrido Kia formato dal motore 1600 a iniezione diretta di benzina (GDI) della famiglia Kappa con il motore elettrico da 32 kW e il pacco batterie litio-polimeri da 1,56 kWh. Il primo agisce esclusivamente sull’asse anteriore, mentre il secondo, oltre a fornire potenza aggiuntiva in fase di ripartenza o sorpasso, agisce sull’asse posteriore (in caso di necessità). Il cambio è a doppia frizione a sei rapporti e in futuro è prevista l’evoluzione del modello in versione Plug-In con batterie ricaricabili.

La nuova Kia Niro Hybrid Utility Vehicle sarà presentata ufficialmente nel corso del 2016 e la commercializzazione è prevista per la fine dell’anno. Sarà assemblata nello stabilimento Kia di Hwasung, in Corea del Sud.