Kia ha illustrato al mondo intero le sue ultime due novità tecnologiche per i modelli di gamma, ovvero il primo cambio DCT a 7 rapporti e il nuovo motore 1000 T-GDI.

Il primo, cambio a 7 marce DCT a doppia frizione progettato e sviluppato da Kia nel Centro Tecnico di Namyang, avrà il suo battesimo sulla nuova serie cee’d GT Line, che sarà commercializzata ufficialmente in Europa nel quarto trimestre di quest’anno. Con l’obiettivo di migliorare prestazioni e creare minori emissioni inquinanti, grazie anche all’innovativo doppio albero coassiale che ne migliora efficienza e compattezza, fornirà una serie di benefici incredibili su tutte le vetture in dotazione: tra le altre, vantaggi nelle accelerazioni, nell’efficienza e nell’esperienza di guida. Una soluzione destinata a essere estesa, in futuro, ad altri modelli Kia.

Nel corso dello sviluppo i tecnici Kia hanno avuto come obiettivo un guadagno del 3-5% nell’accelerazione da 0 a 100 km/h e del 5-7% nei consumi a seconda delle circostanze. Passaggi marcia più rapidi con gli alberi coassiali ma non solo: un altro aspetto fondamentale è stata la riduzione anche della rumorosità e delle vibrazioni, ottenuta con l’adozione di uno smorzatore esterno.

Altra grande innovazione introdotta da Kia è stato il nuovo motore 1000 T-GDI, sviluppato anch’esso nel Centro Ricerca e Sviluppo Kia di Namyang. Iniettori forati a laser per una combustione più efficiente, tubocompressore integrato e valvola waste-gate elettrica, presenta un innovativo sistema di raffreddamento a due stadi per testata e basamento.

Seguendo il filone del mercato automotive intento a diminuire la cilindrata e aumentare il rendimento a vantaggio del miglioramento di consumi ed emissioni, questo nuovo propulsore è stato inserito per primo sulla nuova cee’d. Potenza di 120 CV e 172 Nm di coppia, emissioni di CO2 inferiori rispetto a prima, anche il motore 1000 T-GDI sarà esteso ad altri modelli della gamma Kia.