“Il 2015 sarà l’anno del rilancio Alfa”. Lo ha detto John Elkann che ha invitato la tradizionale lettera agli azionisti di Exor, holding finanziaria e una delle principali società d’investimento europee controllata dalla famiglia Agnelli, riuniti nel Cda per approvare i conti 2014. Il presidente di Exor e di Fiat Chrisler Automobiles inizia parlando dell’anno appena trascorso: “Il 2014 è stato un anno eccellente con ricavi in crescita del 18% grazie soprattutto al successo della Ferrari. Purtroppo la stagione di F. 1 è stata un autentico disastro. Per la prima volta in 20 anni, la Ferrari non è riuscita a vincere neanche una gara e si è dovuto procedere con dei cambiamenti. Il più importante è stata l’uscita di Luca di Montezemolo, che per oltre venti anni aveva guidato la società con energia e impegno”.

John Elkann sottolinea il lavoro di Montezemolo

A ricordare il lavoro dell’ex presidente della rossa ci pensano i numeri: “Quando ha dato avvio alla sua presidenza nel 1991, Ferrari vendeva 4.487 auto all’anno, fatturava 340 milioni e generava un utile di 13 milioni. Nel 2014 ha venduto 7.255 automobili, con ricavi pari a 2,8 miliardi di euro e un utile netto di 265 milioni. Nel corso della presidenza di Luca fino al 2008 la Scuderia Ferrari è riuscita a aumentare i successi sui circuiti di gara grazie alla coppia straordinaria formata da Jean Todt e dall’irraggiungibile Michael Schumacher. Il compito di ritornare a questi fasti tocca ora a Sergio Marchionne che è impegnato a tenere vivo lo spirito creato da Enzo Ferrari (“Le esigenze legate alla produzione di serie mi sono estranee”), preservando l’esclusività delle Ferrari e al contempo facendo proprio l’imperativo della vittoria in pista: “Nessuno ricorda chi arriva secondo”, diceva il Drake”.

John Elkann punta su Levante e Alfa Romeo

Sul momento attuale della Ferrari in F1, Elkann si dichiara soddisfatto: “Sono felice di constatare che abbiamo avuto un buon inizio del 2015. Maurizio Arrivabene ha preso la guida della Scuderia; al volante ci sono due grandi campioni del mondo come Raikkonen e Vettel e la squadra è salita di nuovo sul gradino più alto del podio”. Nella lettera dello scorso anno, Elkann si si era soffermato soprattutto sulla società immobiliare londinese Almacantar e sulla Juventus, mentre in questa occasione il rampollo di casa Agnelli, confermando la sua passione per l’editoria, mette in rilievo le partecipazioni in Banijay, The Economist. Ottimismo anche per il futuro della produzione di FCA che intende lanciare 80 nuovi modelli ma l’attenzione è soprattutto su Alfa Romeo: “Il 2015 sarà l’anno del rilancio Alfa, e dell’arrivo del suv Levante della Maserati prodotto a Mirafiori”. Qui la lettera completa.