La Jeep Renegade si aggiorna con un restyling che migliora l’estetica della vettura e arricchisce il modello con nuovi motori, più scattanti ed efficienti, a cui si aggiunge una dotazione tecnologica di primo livello. La rinnovata Renegade ha delle notevoli novità: la zona frontale sfoggia dei nuovi proiettori circolari Full-LED separati dalla tipica mascherina con sette feritoie che richiamano l’iconico spirito Jeep, mentre i passaruota trapezoidali offrono un ulteriore tocco di solidità alla vista d’insieme.Anche la zona posteriore ha qualche elemento di novità, infatti troviamo gruppi ottici a LED di nuova concezione (a richiesta su Limited e Trailhawk) che si distinguono per l’originale design a “X”. Aumentato anche il livello di personalizzazione della vettura che permette di scegliere tra sette differenti tipi di cerchi in lega, proposti nelle dimensioni da 16, 17, 18 e 19 pollici, con questi ultimi che risultano una novità assoluta.

All’interno il display dell’Infotainment Uconnect spicca sul resto dell’abitacolo, disponile nelle dimensioni da 5,7 e 8,4 pollici, a seconda della versione scelta. L’impianto multimediale permette di gestire le funzioni della navigazione satellitare e della connettività per smartphone, grazie alla compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto. Ottimo l’apporto di sicurezza, tanto che di serie vengono offerti il Lane Sense Departure Warning-Plus che avvisa quando si abbandona inavvertitamente la propria corsia, e l’Intelligent Speed Assist dotato con Traffic sign recognition (riconoscimento ed adeguamento ai limiti di  velocità). Come optional a pagamento troviamo invece il Forward Collision Warning-Plus con Active Emergency Braking (frenata d’emergenza), a cui si aggiungono il Cruise Control adattivo, il Blind-Spot Monitoring per controllare l’angolo cieco e il Rear Cross Path detection che aiuta a monitorare il perimetro della vettura durante le manovre di retromarcia.

Ci sono dei nuovi motori benzina a tre e a quattro cilindri: all’ingresso della gamma si posiziona il propulsore da 3 cilindri 1.0 litro, capace di sviluppare una potenza di 120 CV e una coppia massima di 190 Nm, scaricati sulla trazione anteriore tramite l’uso di un cambio manuale a sei marce. Salendo di livello troviamo il nuovo motore quattro cilindri 1.3 litri, declinato negli step di potenza da 150 e 180 CV, entrambi forti di una coppia pari a 270 Nm. L’unità da 150 CV viene equipaggiata con il cambio a doppia frizione DDCT e trazione anteriore, mentre quella da 180 CV vanta la trazione integrale. I nuovi propulsori a benzina dovrebbero consentire un risparmio di carburante nell’ordine del 20% rispetto ai motori che vanno a sostituire. Non mancano i noti turbodiesel Multijet II: si parte dal 1.6 litri con 120 CV e si arriva al poderoso 2.0 litri disponibile nei livelli di potenza da 140 e 170 CV.

Nonostante sia un SUV cittadino, la Renegade vanta buone doti off-road offerte dalla trazione integrale con dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore e controllo della trazione Selec-Terrain (settabile con le modalità: Auto, Snow, Sand e Mud), senza dimenticare la presenza dei dispositivi Hill Start Assist e Hill Descent Control. Il Renegade si aggiorna ma rimane in tutto e per tutto quel veicolo che in breve tempo ha conquistato il cuore di molti.