Nell’anno del 75esimo anniversario, Jeep celebra la Grand Cherokee SRT in un ambiente estremo: le strade che portano sulla vetta dell’Etna. Il modello più veloce e potente di sempre del marchio americano è stato infatti messo alla prova sulle pendici del vulcano siciliano, scenario di un altro video impattante con un’altra auto prestazionale, la Peugeot 208 T16 di Paolo Andreucci.

Il marchio Jeep ha invece scelto questo luogo suggestivo sia per sviluppare la propria campagna di comunicazione sia per mettere alla prova la “muscle car” dei SUV. Sulle strade intorno al vulcano è stata mesa alla prova la Grand Cherokee SRT, dotata di un motore V8 da 6.4 litri da 468 CV di potenza e 624 Nm di coppia che le consente di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi. l’impianto frenante Brembo e le sospensioni Active Damping.

In Italia, Jeep Grand Cherokee SRT è disponibile con una dotazione full optional tra cui spiccano rivestimenti in pelle Nappa e sedili sportivi scamosciati, cerchi in lega da 20″, sistema Uconnect 8,4″ con radio DAB e navigatore, schermi ai sedili posteriori con lettore DVD/Blu-Ray e tetto elettrico panoramico Commandview. Di serie anche il sistema Launch Control che ottimizza le prestazioni coordinando motore, trasmissione, trazione, controllo di stabilità e sospensioni.

Oltre alla versione “standard”, è disponibile anche la versione speciale SRT Night, della quale sono stati recentemente aperti gli ordini. Presentata in anteprima al Salone di Los Angeles, ha fatto il suo debutto europeo al Salone di Ginevra 2016 e aggiunge una caratterizzazione estetica ancora più sportiva, basata su cerchi e inserti carrozzeria neri opaco. Negli interni risaltano tanto il logo retroilluminato SRT sul volante e i rivestimenti in pelle Laguna Black. La gamma Jeep Grand Cherokee parte da un prezzo di 56.520 euro.