Si è svolto in Sicilia l’evento Jeep Experience Days, ispirato ai leggendari “Easter Jeep Safari” americani, che ha dato l’opportunità ai media di scoprire le diverse anime del marchio Jeep attraverso la guida di tutti i suoi modelli su fango, roccia, acqua e anche sull’asfalto delle autostrade. Una “due giorni” all’insegna dei valori di libertà, avventura, autenticità e passione con una carovana composta da 33 vetture in rappresentanza dell’intera gamma: la Grand Cherokee, il SUV più premiato di sempre; Wrangler, l’icona Jeep; Cherokee, il modello fedele alla tradizione e Renegade, il SUV compatto che sta trainando le vendite del marchio. Il primo giorno le vetture Jeep sono partite da Catania per raggiungere prima le pendici dell’Etna, e poi quota 1.900 metri. Il percorso di avvicinamento al vulcano ha consentito agli ospiti di apprezzare le prestazioni dinamiche e il comfort su strada delle vetture Jeep.

Il primo giorno si è concluso affrontando un percorso di off-road “leggero”, l’ideale per gli “amanti della libertà” che rappresentano la stragrande maggioranza dei clienti Jeep. La sera gli ospiti hanno fatto ritorno alla base ubicata nei pressi del Castello di Donnafugata. Nel resort omonimo i partecipanti hanno potuto ammirare alcuni veicoli “MOPARized”, ovvero nati dalla collaborazione tra Mopar e Jeep, un sodalizio iniziato nel 1987, che combinano un look distintivo con le capacità del marchio americano. In particolare, erano presenti tre concept car su base Wrangler – denominate Rubicon Sunriser, Rubicon Stealth and Sahara Black Revenge e – dotate di accessori Mopar per l’impiego off-road più estremo, e quattro vetture – modelli Cherokee, Renegade Trailhawk e Wrangler Rubicon – anch’esse equipaggiate con dotazioni Mopar adatte al tempo libero e alle attività outdoor.

Il giorno dopo la carovana Jeep si è diretta verso la riserva naturale della Valle dell’Irminio dove si sono cimentati in un suggestivo off-road estremo tra terreni fangosi e rocciosi, frastagliati da torrenti e corsi d’acqua da guadare. Dopo aver superato il percorso tracciato nella Valle dell’Irminio, le auto si sono dirette verso L’Eremo della Giubiliana dove l’evento si è concluso con una straordinaria esibizione di potenza e velocità. Protagonista la Grand Cherokee SRT – dotata del motore HEMI V8 da 6,4 litri, 468 CV e cambio automatico a 8 marce – che è stata condotta da un pilota professionista su una pista d’atterraggio per aerei privati raggiungendo i 250 km/h e accelerano da 0 a 100 km in appena 5 secondi.

Nell’evento Jeep Experience Days, all’Eremo della Giubiliana gli ospiti hanno potuto conoscere da vicino alcune affascinanti showcar Jeep: la Renegade “Montreaux Jazz Festival”, realizzata insieme a Garage Italia Customs per la famosa rassegna musicale, e la Renegade “Harley Rat Rod” con cui il marchio Jeep celebra, per il secondo anno consecutivo, la sponsorizzazione dei principali eventi Harley-Davidson nella regione EMEA. Infine la Cherokee “Night Eagle” presentata al salone di Francoforte proprio come showcar e oggi divenuta una serie speciale a tiratura limitata per l’Europa. E, per la prima volta insieme, la Cherokee “Night Eagle” era accompagnata dalla serie speciale Renegade “Night Eagle”, anch’essa prodotta in edizione limitata.