La nuova Jaguar XE si presenta al mondo intero come l’unica vettura, della sua classe, ad avere una monoscocca in alluminio e una struttura composta al 75% da alluminio leggero.

Una novità unica nel suo genere, che porta la Jaguar XE ad essere la sola in diversi settori: progettata per offrire un consumo di carburante nel ciclo combinato inferiore a 4 litri per 100 km, la scocca interamente in alluminio consente anche un’elevata resistenza e rigidità del corpo vettura consente; inoltre, una dinamicità di guida di livello assoluto, estrema agilità e precisione di manovra.

La quinta generazione della tecnologia Jaguar, d’ispirazione aerospaziale, e la saldatura e rivettatura dell’alluminio fanno il resto. Un traguardo ingegneristico che offre anche, oltre ad un eccellente design, elevati livelli di guidabilità e maneggevolezza: “Il corpo vettura della Jaguar XE è composto per oltre il 75% di alluminio, un valore di gran lunga superiore a quello presente in qualsiasi altra vettura del segmento. Questo ci permette di avere un’ineguagliabile struttura dal peso ridotto: è leggera, ma anche estremamente resistente, con elevatissimi livelli di rigidità torsionale. Abbiamo fatto in modo che la struttura in alluminio del corpo vettura della Jaguar XE superasse tutti gli standard di sicurezza del mondo, senza comprometterne il design e la raffinatezza” le parole di Dr Mark White, Jaguar’s Chief Technical Specialist.

Il corpo vettura in alluminio della Jaguar XE è anche bello da guardare e la sua struttura offre eccezionali livelli di rigidità torsionale. La leggera e resistente architettura incorpora sistemi di sospensioni altamente avanzati che offrono inediti livelli di qualità di guida, maneggevolezza e sterzata. La Jaguar XE è anche la prima vettura al mondo ad utilizzare una nuova tipologia di alluminio ad alta resistenza chiamato RC 5754 che è stato sviluppato appositamente per la XE. Questa nuova lega presenta un elevato livello di materiale riciclato ed offre un significativo contributo all’obiettivo di Jaguar di voler utilizzare il 75% di materie riciclato entro il 2020.