Italdesign presenta il nuovo marchio Automobili Speciali. Destinato ad una produzione ultra limitata realizzata per pochi selezionati collezionisti, la novità realizzata da Italdesign sarà presentata ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra, in programma dal 9 al 19 marzo. Con il nuovo marchio il carrozziere piemontese torna alle produzioni in piccola serie, come negli anni ’70 con la Bmw M1 o recentemente con le oltre settanta Audi Q2 di preserie e assemblate nello stabilimento di Nichelino.

Come spiegato da Filippo Perini, head of innovation design di Italdesign, il logo ricorda la città di Torino: “Nel disegnare questo nuovo logo, ci siamo ispirati al simbolo della Città di Torino. Non tanto al toro rampante presente nello stemma della città, quanto invece all’iconografia del muso del toro che costituisce un elemento ornamentale di molti palazzi antichi di Torino. In questa città è iniziata la storia dell’automobile italiana, sono state fondate le più famose e prestigiose case automobilistiche, e sono nati i “carrozzieri” che hanno reso celebre in tutto il mondo il car design italiano. Inoltre dal 1968 al 1974 Torino ha ospitato la prima sede di Italdesign. Con questo logo abbiamo quindi voluto celebrare la passione e il savoir-faire che uniscono idealmente Italdesign e questa Città“.

Jörg Astalosch, amministratore delegato di Italdesign, ha invece parlato di produzione: “Nel 2016 abbiamo dichiarato di possedere le competenze necessarie nell’ambito del design, sviluppo e produzione di automobili in serie limitata omologate per l’utilizzo su strada. Oggi, a un anno di distanza, lanciamo il primo modello marciante. Il marchio “Italdesign Automobili Speciali” è la riprova del nostro duraturo impegno in questo settore di attività. Tutte queste competenze applicate alla nostra produzione di veicoli in serie ultra limitata, comprensiva di ricerca stilistica e design, prove di testing e validazione, nonché omologazione, sono a disposizione e offerte a tutte le parti interessate a livello globale. Questa parte della nostra attività è stata ora integrata nel portafoglio servizi già esistente e riguarda servizi quali stile, progettazione, costruzione di prototipi per veicoli a basso ed elevato volume di produzione, e progetti “chiavi in mano”. L’Audi Q2 è un esempio di questi servizi. Negli ultimi anni l’azienda ha investito molto in tecnologie e formazione per la realizzazione di veicoli di pre-serie per i maggiori OEM del mondo“.