A margine della presentazione del Team Magneti Marelli Checkstar a Eicma, Leonardo.it ha avuto il piacere di intervistare in esclusiva Tony Cairoli, reduce da un’ennesima stagione memorabile che lo ha portato a conquistare l‘ottavo titolo di campione del mondo nel motocross. L’autentico bagno di folla ricevuto al Salone del Motociclo sancisce che il re della MX1 si è definitivamente affermato anche al grande pubblico al pari dei più blasonati dei colleghi del motomondiale: “Essere ad Eicma è sempre un qualcosa di eccezionale, ci sono tantissime persone ed è l’occasione per stare a contatto con tutti gli appassionati. Il mio obiettivo è far conoscere il motocross a più gente possibile. Anche se non abbiamo mass media e grande supporto da loro ci sono tantissimi appassionati di motocross come si vede qui a Eicma. Speriamo che qualcosa cambi. Stiamo già ottenendo qualche risultato e speriamo di andare avanti in questa direzione”.

Raggiunto l’ottavo titolo iridato, scatta la caccia ai nove mondiali, gli stessi del suo amico Valentino Rossi. L’arrivo dall’AMA Supercross del dominatore Ryan Villopoto rappresenta un ulteriore banco di prova: “La presenza di un pilota come Ryan, il giovane più forte in circolazione, aumenterà l’interesse nei confronti nostra disciplina. Con lui sicuramente il livello della competizione si alzerà ma anche i miei avversari di quest’anno saranno molto competitivi. Alcuni di loro hanno cambiato moto e ci sono stati diversi movimenti interessanti a livello di team (il suo nuovo compagno Tommy Searle e il passaggio di Paulin da Kawasaki al team Martin Honda al posto del tedesco Nagl, ndr). Sarà un campionato veramente difficile“.

Da un paio di settimane è uscito nelle sale italiane il film Tony Cairoli The Movie che sta riscuotendo un grande successo: “E’ un documentario fantastico che rientra nel progetto di portare il motocross fuori dai giornali e dalle televisioni di nicchia. In questo modo cerchiamo di far conoscere lo sport un po’ a tutti. Sono stati bravi i registi (Janssen e Maas, ndr) mettere insieme tutte le fasi principali della mia vita. E’ venuto fuori un film molto chiaro sulla mia carriera e sono molto contento di come sia stato prodotto. C’è stata una grande richiesta di biglietti e la sua proiezione è stata decisa anche in diverse sale di tutta la Lombardia. Questo è buono per il nostro sport”.

Lunedì 10 novembre sarà l’ultimo giorno per vedere al cinema il film (QUI I DETTAGLI) ma tra meno di tre settimane Cairoli tornerà a farsi vivo nel milanese per il Rally di Monza che dispueterà su una Citroën DS3 WRC del  Team Magneti Marelli Checkstar: “Sono molto contento di poter partecipare anche all’edizione del 2014. Ringrazio Magneti Marelli che mi dà la possibilità di portare avanti questa grande passione che mi trasmette molta adrenalina. Ci saranno, tra gli altri, Valentino Rossi e Ken Block. Sarà un piacere e un divertimento poterci misurare con loro ancora una volta”. A lasciare il motocross per ora non ci pensa minimamente ma in futuro lo vedremo maggiormente impegnato sulle quattro ruote: “Sicuramente lo sarò. I rally sono sempre stati la mia passione. Fin da piccolo andavo ad assistere al Rally di Messina, avvicinandomi così questa specialità. Mi piacciono proprio, è una passione che spero di poter portare avanti ancora a lungo”. 

La fittissima agenda di impegni a Eicma deriva anche dal fatto che Cairoli è una stella dello sport ma anche sul web essendo uno dei primi sportivi italiani a sbarcare sui social network nonchè uno dei più seguiti (più di 452.00 fan su Facebook, oltre 100.000 su Twitter e Instagram): “Sono molto presente perchè mi piace stare a contatto con i miei tifosi. Mi piace rispondere alle loro domande e cerco sempre di rispondere a tutti. Seguo personalmente tutti e tre i miei profili Twitter, Facebook e Instagram, ma la mia fidanzata (Jill Cox, ndr) mi dà una mano insieme al nostro team. Il futuro sono i social media e speriamo che contribuiscano a far crescere il nostro sport”.

LEGGI ANCHE

Tony Cairoli The Movie: il film sul re del motocross

Tony Cairoli campione del mondo: trionfo nel nome del padre

Tony Cairoli film: il re del motocross approda sul grande schermo