Infiniti è sempre più vicina alla realizzazione della versione di serie della Etherea, vettura compatta presentata come concept al Salone di Ginevra 2011. Il tutto grazie alla collaborazione con Mercedes, con la quale Nissan (che controlla Infiniti) ha stretto un accordo ormai 2 anni fa. Ma andiamo con ordine.
L’anno scorso l’Infiniti Etherea era stata una delle novità più ammirate in quel di Ginevra e segnava l’intenzione del brand di lusso di Nissn di entrare in un segmento di mercato nuovo per lei, con una entry level compatta ma con gli stessi contenuti di lusso che caratterizzano la produzione attuale.

La Casa giapponese però non disponeva (e dispone) di un pianale adatto e ha così deciso di sfruttare la nuova Mercedes Classe A e la sua piattaforma modulare MFA, utilizzata anche dalla Classe B e dalla futura CSC. Ciò significa che la versione di serie della Etherea (che potrebbe anche avere un nome diverso) avrà trazione anteriore e utilizzerà motori marchiati con la Stella, sia benzina sia Diesel. Inoltre, proprio come avverrà per Mercedes, anche Infiniti starebbe pernsando di utilizzare la nuova piattaforma per realizzare una SUV e una berlina compatte. In cambio Renault (alleata di Nissan) offrirà i suoi prossimi propulsori 3 e 4 cilindri a Mercedes, nel segno di una collaborazione sempre più stretta.

Come se non bastassero gli “intrecci”, nella realizzazione della futura compatta giapponese ci si mette anche la Magna-Steyr, azienda specializzata nell’assemblaggio di auto che prenderà in carico la fabbricazione dell’Etherea.