Nel 2011 sono accaduti in Italia meno incidenti stradali rispetto al 2010, e sono morte meno persone. Tuttavia il numero è ancora elevato e non è sceso al di sotto dell’obiettivo europeo di dimezzamento in un decennio. Secondo le statistiche elaborate da Aci e Istat, ogni giorno nel nostro Paese accadono in media 563 incidenti stradali con 11 morti e 800 feriti.

Il numero totale d’incidenti nel 2011 con lesioni a persone è di 205.638. Sono morte 3.860 persone, altre 292.019 sono state ferite. Il calo nei decessi è del 5,6% rispetto all’anno precedente, mentre i feriti sono diminuiti del 3,5%. Il calo negli incidenti totali è stato del 2,7%. Negli ultimi dieci anni i morti sono calati del 45%. Statistiche migliori le hanno ottenute Spagna, Irlanda e Francia. L’Italia è comunque al di sopra della media europea (44%).

Gli incidenti più gravi si verificano nelle strade extraurbane, autostrade escluse. L’indice di mortalità più alto si registra a Napoli, seguono Venezia, Messina e Catania. Trieste ha l’indice di mortalità più basso, seguita da Genova e Milano.