Scrivere di giovani vite che si spengono in pista e che condividono la tua stessa passione non è facile. Ma il dovere di cronaca purtroppo impone anche questo. L’incidente di Andrea Antonelli è l’ultimo di una lunga serie (qui la lista completa di Wikipedia). Nel Mondiale SBK il l britannico Craig Jones, sempre in Supersport, morì nel 2008 a Brands Hatch investito dall’australiano Andrew Pitt (prima di lui nello stesso circuito Graeme Ritchie nel 1997 e Yasutomo Nagai ad Assen nel 1995). Anche allora fu fatale il colpo della pedana sul casco.

Una simile dinamica ha avuto l’incidente di Marco Simoncelli, scomparso il il 23 ottobre 2011 a Sepang, e quella di Shoya Tomizawa, avvenuta nel settembre 2010. Nello stesso anno la scomparsa del 13enne Peter Lenz, tragicamente morto in una manifestazione di contorno della gara di Indianapolis. Sette anni prima un altro giapponese, Daijiro Kato, si spense dopo due settimane di coma in seguito a un incidente avuto a Suzuka. Il connazionale Noboyuki Wakai nel 1993 a Jerez investì uno spettatore andando a sbattere la testa sullo spigolo del muretto dei box. Vent’anni prima, nel 1973, la morte di Jarno Saarinen e Renzo Pasolini a Monza, coinvolti in una mortale carambola nella classe 250.

Il pensiero è anche a tutti quei piloti deceduti nel secondo Dopoguerra e che corrono competizioni non ufficiali, dal tragico Tourist Trophy fino alla Dakar e alla pericolosa esibizione sul circuito cittadino di Macau.

I piloti deceduti negli ultimi 20 anni in MotoGP e SBK: 
1993 – Nobuyuki Wakai – Jerez de la Frontera
1994 – Simon Prior – Hockenheimring
1995 – Yasutomo Nagai – Assen (SBK)
1997 – Graeme Ritchie – Brands Hatch (SBK)
2003 – Daijiro Kato – Suzuka
2008 - Craig Jones - Brands Hatch (SBK)
2010 – Shoya Tomizawa – Misano
2011 - Marco Simoncelli - Sepang
2013 - Andrea Antonelli - Moscow Raceway (SBK)

LINK UTILI

Dramma in Supersport: Andrea Antonelli scompare a Mosca

Qui il tragico video dell’incidente

L’amico Giugliano “Siamo persone prima di piloti”

L’ingiustizia di una vita che finisce sul più bello