Il procuratore di Albertville (Francia), Patrick Quincy, ha così dichiarato in merito all’incidente che ha visto tristemente protagonista, lo scorso 29 dicembre, il pilota Michael Schumacher: “Non è stata rilevata alcuna infrazione a carico di chiunque. Lo schianto è avvenuto fuori pista“. Viene così chiusa l’inchiesta sulle piste di Meribel.

Da quel giorno il sette volte campione del mondo di Formula 1 è ricoverato in coma all’ospedale di Grenoble. “La segnaletica – ha aggiunto Quincy – e le informazioni sui limiti della pista erano conformi alle norme francesi in vigore», .

Il pilota tedesco, 45 anni, ancora nel reparto di terapia intensiva a Grenoble, “si trova sempre in una fase di risveglio“, che consiste nel diminuire i sedativi che gli vengono somministrati. Dopo le indiscrezioni diffuse nei giorni della stampa tedesca, che riferivano di una infezione polmonare, con conseguente ricorso a una forte terapia antibiotica, la famiglia dell’ex campione del mondo di Formula 1 ha ribadito la richiesta di mantenere il riserbo sulle sue condizioni di salute.