Per ricordare Sic ad un anno dalla morte sul circuito di Sepagn, sono state organizzate tante iniziative. Eurosport ha pensato un sistema molto poetico ed efficace: chiedere a tutti i compagni di Sic, alle persone che maggiormente hanno avuto la possibilità di conoscerlo, un aneddoto simpatico. 

Anche noi abbiamo selezionato cinque storie e ve le abbiamo proposte per dare vita ad una galleria di sentimenti.

Abbiamo fatto parlare due piloti che hanno condiviso con Sic i primi anni della carriera e l’esperienza in Motogp. Ci riferiamo a Mattia Pasini che ha corso con Sic sulle minimoto e con gran sorpresa di tutti riuscì a salire sul primo gradino del podio con Simoncelli durante una gara in Svizzera.

Non potevano mancare le parole di Rossi che ricorda l’ostinazione durante una sessione di prove alla Cava. Sic era più lento, è caduto due volte ed ha compromesso la sua vittoria nel Mondiale del 2009.

Lo ricordano con affetto anche Fausto Gresini, Carlo Pernat e Luca Pasini. Il primo è stato il suo team manager alla Gresini e parla di una partita a tresette finita a lume di candela. Pernat era il suo manager e di Sic ricorda gli scherzi per non farlo fumare.

E poi Luca Pasini che ha diretto la squadra di minimoto, la prima di Sic e ricorda che era talmente ostinato che in una gara, dopo essere caduto tantissime volte in una curva che affrontava a tutto gas nonostante la pericolosità del tracciato, riuscì a convincere i giudici ad invertire il tracciato.