Chi ha progettato la Red Bull che quest’anno ha sbaragliato la concorrenza in tutti i Gran Premi è dicerto un genio. Lo sanno tutti e lo sanno ancora meglio i manager del Cavallino che vorrebbero inserire nel proprio staff, già dal 2012, uno come il grande Adrian Newey.

Newey ha messo a punto una Red Bull impeccabile. È veloce, anzi velocissima e non perché a guidarla è Sebastian Vettel la freccia. Quel che l’ingegnere in questione ha fatto, è studiare una macchina in grado di adattarsi con piccole modifiche, a tutti i circuiti.

Perciò da Maranello si spera in una vettura leggera e “maneggevole”. In laboratorio si sta studiando la soluzione ma il mercato dei tecnici dà per certa la permanenza di Newey alla Red Bull. Come cancellare il verdetto di Singapore sulla Rossa.

L’unico sistema, dice la Ferrari, è assicurarsi di nuovo un pilota come Alonso che ha dimostrato e dichiarato di credere ancora nel progetto della squadra italiana. In più qualcuno ha messo in giro la voce che potrebbe tornare a Maranello un ex.

Si fa il nome di Rory Byrne che con le sue trovate ha consentito a Michael Schumacher di vincere cinque titoli iridati. Pat Fry e Rory Byrne, una coppia che potrebbe far scintille.