Non manca molto per la rivoluzione digitale nell’acquisto dell’auto. Tra soli 5 anni il 18% degli europei comprerà la propria macchina online. Ben il 79% invece userà Internet in alcune fasi dell’acquisto. Soltanto una sparuta cerchia di consumatori, appena il 3%, non userà affatto il Web per l’acquisto dell’auto.

Questi i numeri divulgati oggi da un’indagine condotta da MotorK in occasione di IAB Internet Motors, che si conferma anche quest’anno l’evento più importante per il digital automotive.

L’indagine di MotorK è stata condotta in Italia, Francia, Spagna, Germania e Gran Bretagna e fotografa un trend ormai inarrestabile in cui il web è sempre più cruciale nel processo di acquisto di un’auto.

Tutti gli attori in campo, produttori, distributori e consumatori, sono coinvolti in questa rivoluzione digitale che porterà tra pochi anni a completare il processo d’acquisto in modo totalmente self service.

“I concessionari hanno il tempo e gli strumenti necessari per affrontare questo epocale cambiamento di paradigma”. Queste le parole di Marco Marlia, fondatore e CEO di MotorK, che si è detto convinto che nei prossimi cinque anni i dealer dovranno affrontare questo processo di digitalizzazione.

Ma questa rivoluzione digitale nel mondo dell’auto dovrà necessariamente riguardare anche la pubblicità. Daniele Sesini, direttore generale di IAB Italia, ha evidenziato proprio questo aspetto:

“Vedere come la tecnologia sta trasformando l’acquisto di un bene come l’auto, storicamente molto legato a elementi tangibili come la visita in concessionaria o la prova su strada della macchina, ci dimostra ancora una volta quanto il digitale influenzi radicalmente ogni ambito della vita quotidiana”. Diventa semore più importante, quindi, che tutti i player del digital advertising operino in un’ottica di evoluzione continua del mercato, riuscendo ad utilizzare le nuove tecnologie per andare incontro alle attuali e future esigenze dei consumatori, e per comunicare in modo sempre più efficace”.