Progressi di vendite e guadagno di quote sui vari mercati, aumento di fatturato e utili. Il 2012 ha certamente regalato alla Hyundai diverse soddisfazioni. La casa coreana ha appena diffuso i dati finanziari relativi allo scorso anno. Sono state immatricolate 4.410.357 vetture a livello globale, il che corrisponde ad una crescita dell’8,6% rispetto al 2011. E’ andata ancora meglio in Europa, dove il marchio ha venduto 444.000 esemplari, corrispondenti ad un +10,2%. Di questi, 43.435 sono stati immatricolati in Italia: una crescita del 2,48% in un mercato che ha perso il 20%. Questa performance ha consentito di salire al 12° posto (dal 15°) nella graduatoria dei marchi operativi nel nostro Paese, registrando una quota di mercato del 3,1%.

Per quanto riguarda i numeri strettamente finanziari, il fatturato globale del marchio Hyundai nel 2012 ammonta a 58,35 miliardi di euro (+8,6% sul 2011). L’utile netto è pari a 6,26 miliardi di euro (+11,7%).

Per il 2013 le previsioni della casa coreana ipotizzano una contrazione della domanda globale; di conseguenza stimano di vendere 4,66 milioni di auto, equivalenti ad una crescita attesa del 5,7% rispetto al 2012 (nella foto: la ix20, il modello per cui il mercato italiano e il migliore in Europa).