La Hyundai, in occasione del salone di Chicago, ha tolto i veli alla Veloster Rally Edition, una variante ancora più sportiva della particolare coupè coreana, che sarà prodotta in una serie limitata di sole 1.200 unità. Un modo per rendere più esclusiva un’auto dal design decisamente originale, con la soluzione, pratica ed innovativa, della portiera posteriore sul lato passeggero che agevola l’entrata e la discesa di chi viaggia nel retro della vettura.

Realizzata sulla base della Hyundai Veloster Turbo R-Spec, la Rally Edition presenta un’esclusiva livrea blu opaca che intriga lo sguardo e lascia presupporre che ci si trovi al cospetto di qualcosa di speciale. Inoltre, l’auto in questione è resa ancora più aggressiva dai cerchi in lega da 18 pollici dal design multirazza contraddistinti da una finitura nera. Non mancano gli inevitabili badge identificativi del modello, come quello che spicca nella vista posteriore della vettura, mentre risultano decisamente azzeccati gli elementi in carbon-look che regalano alla Rally Edition una mise di stampo racing.

Pochi cambiamenti invece all’interno dell’abitacolo, accogliente considerando il genere di auto, che risulta caratterizzato dai tappetini specifici e dai sedili sportivi in pelle nera con accenti blu e la scritta Turbo che campeggia in bella mostra sul fianchetto sinistro del sedile del guidatore.

Sotto il cofano troviamo il potente motore 1.6 litri turbo a quattro cilindri che produce 201 CV e 264 Nm di coppia, collegato ad una trasmissione manuale a sei velocità. Quanto basta per regalarle prestazioni decisamente superiori rispetto alla Veloster T GDI in commercio in Italia che raggiunge una velocità massima di 214 km/h ed accelera da 0 a 100 km/h in 8,4 s.

Di conseguenza, per gestire al meglio un tale potenziale, la Rally Edition monta molle ed ammortizzatori più sportivi, ed una barra stabilizzatrice più rigida.

Al momento, non si conoscono i prezzi, ma è chiaro che le migliorie tecniche e le personalizzazioni estetiche contribuiranno ad accrescerne il listino.