La Hyundai non perde tempo, e mentre si consumano gli scampoli della bella stagione, ha presentato in anteprima mondiale un prototipo di SUV Fuel Cell di ultima generazione che vanta un nuovo design, migliori prestazioni ed una maggiore autonomia rispetto all’attuale Hyundai ix35 Fuel Cell. Il concept, quasi di serie, è stato svelato a Seul e conferma l’impegno di Hyundai nello sviluppo di veicoli a zero emissioni.

Il suo nome verrà annunciato ufficialmente nei prossimi mesi, ma intanto, esteticamente, eredita le caratteristiche dell’FE Concept presentato al Salone di Ginevra 2017. Infatti, presenta forme semplici e fluide che sottolineano la sua natura ecologica anche se alcuni elementi di design ne evidenziano la tecnologia all’avanguardia: parliamo delle luci di posizione che si estendono lungo tutto il frontale a rappresentare la linea dell’orizzonte. Altri dettagli puntano a migliorarne il coefficiente aerodinamico come i cerchi specifici pensati per ridurre la resistenza aerodinamica.

L’abitacolo riprende lo stile semplice dell’esterno e presenta una plancia alta con comandi ergonomici ed un grande schermo centrale per offrire le stesse sensazioni dei veicoli di categoria superiore. Chiaramente, in linea con la sua filosofia costruttiva bisogna annoverare la presenza di bio-materiali all’avanguardia dotati di certificazione ecologica che, insieme alla scelta di colori sofisticati e naturali, contribuiscono a creare un ambiente ultramoderno.

Il nuovo SUV è il secondo modello a idrogeno commercializzato da Hyundai, utilizza la quarta generazione della tecnologia a celle a combustibile sviluppata dalla Casa coreana, e rappresenta il risultato dell’esperienza ventennale in questo settore.

Rispetto all’attuale ix35 Fuel Cell, prodotta in serie dal 2013, il nuovo SUV a idrogeno vanta infatti un livello di efficienza pari al 60%, con un incremento del 9% rispetto al 55.3% della ix35 e garantisce una maggiore autonomia arrivando a percorrere circa 800 km con un singolo pieno di idrogeno (in base agli standard del ciclo europeo NEDC).

Inoltre, la potenza massima è aumentata del 20%, passando dagli attuali 136CV a 163CV ed il sistema fuel cell migliora anche la capacità di avviamento a freddo, superando le difficoltà di accensione a temperature inferiori al punto di congelamento.

Gli ingegneri hanno lavorato anche per migliorare la longevità del veicolo concentrandosi in particolare sulla tecnologia dei catalizzatori. Non mancano tecnologie avanzate per la guida assistita, ma per avere maggiori dettagli e scoprirne il nome, bisognerà attendere gennaio 2018, quando ci sarà il lancio ufficiale al CES di Las Vegas. Solo dopo l’evento partirà la commercializzazione nei più importanti mercati mondiali.