Hyundai ha annunciato l’arrivo, sul mercato, della nuova generazione di i20, vetture dove spazio e abitabilità incontrano stile ed eleganza.

Design sofisticato, abitabilità e tecnologia al vertice del segmento, è lanciata sul mercato in quattro diverse motorizzazioni, tutte Euro6.

Grande piacere di guida per una vettura nata e sviluppata in Europa per la clientela europea e che annovera, di serie, sistemi di sicurezza di livello superiore.

Design d’avanguardia con linee eleganti e raffinate, in linea con la “Fluidic Sculpture 2.0”, la Nuova Generazione i20 vanta un’abitabilità al vertice della categoria, con equipaggiamenti completi e soluzioni uniche per il segmento B.

Grande comfort e dinamica di guida: Nuova i20 è stata sviluppata sulle strade di tutt’Europa; concepita, progettata e realizzata in Europa per il mercato europeo, Hyundai intende rafforzare ulteriormente la propria presenza nel “segmento B” del vecchio continente, dove l’azienda ha venduto oltre 1 milione di vetture dal lontano 2002, fra la Getz e la popolare prima versione di i20.

Più lunga, più bassa e più larga rispetto al modello precedente, la Nuova Generazione i20 è stata sviluppata presso l’Hyundai Motor Design Centre Europe di Rüsselsheim (Germania), capitanato da Thomas Buerkle. Il design del nuovo modello segue naturalmente la filosofia stilistica “Fluidic Sculpture 2.0”, elemento distintivo dell’azienda e della gamma “made in Europe”, con linee eleganti e un profilo scolpito che conferiscono alla vettura un look sofisticato.

Come ogni altra Hyundai distribuita in Italia, anche la Nuova i20 offre naturalmente i “5 Anni con chilometraggio illimitato”, patrimonio che solo Hyundai può vantare sul mercato nazionale: include 5 anni di garanzia, 5 anni d’assistenza stradale e 5 anni di controlli gratuiti.

Materiali di alta qualità e design che migliorano i livelli di qualità percepita, spazio interno ai vertici del segmento grazie al passo più lungo, capacità bagagliaio eccezionale (326 litri, nettamente superiori alle rivali), Hyundai introduce di fatto nel segmento B nuove tecnologie e livelli di allestimento tipici delle vetture dei segmenti superiori.