La Hyundai rinnova la sfida alle station wagon di segmento C con la i30 wagon che ha tutte le qualità per farsi spazio in una fascia di mercato da sempre molto affollata. Più lunga e capiente della sorella a 5 porte, vanta una linea pulita e valide qualità stradali. Abbiamo guidato la 1.4 T-GDI con il cambio automatico a doppia frizione a 7 marce nell’allestimento Style.

Esterno: stile pulito e rassicurante

La i30 wagon è una vettura che accontenta tutti sul piano dello stile, presenta un frontale con una grande calandra, dei gruppi ottici che si prolungano lungo i passaruota, delle luci diurne a LED a sviluppo verticale e delle prese d’aria che si aprono in prossimità delle stesse. La fiancata vanta una linea di cintura alta con i montanti posteriori la rendono filante, mentre la vista posteriore enfatizza i gruppi ottici a LED ed il lunotto è incorniciato da elementi aerodinamici.

Interno: qualità e tecnologia

La i30 wagon conferma nell’abitacolo le qualità della variante hatchback; infatti, i materiali sono morbidi al tatto nella parte superiore della plancia, mentre le plastiche nei punti meno in vista sono di buon livello. La strumentazione è di stampo classico, con un piccolo display al centro per le informazioni del computer di bordo, e il sistema d’infotainment si gestisce tramite lo schermo touch da 8 pollici in stile tablet che non rinuncia ai tasti fisici. Compatibile con gli smartphone di ultima generazione, la vettura del nostro test offre anche la possibilità di ricaricare il proprio device in modalità wireless mediante un vano posto davanti alla leva del cambio. Volendo, è disponibile anche la radio DAB, in opzione. Lo spazio è abbondante nei posti anteriori, mentre dietro è meglio viaggiare in 4 se si è di corporatura robusta, anche per via del posto centrale che limita la libertà di movimento per i piedi con le guide dei sedili e le bocchette d’areazione posteriori. Ampio e regolare nella forma il bagagliaio, che arriva ad una capacità di carico di 602 litri e può essere ampliato fino a 1.650 litri.

Al volante: briosa e poco assetata

La Hyundai i30 wagon ripropone le buone doti stradali della versione a 5 porte, con una tenuta di strada sempre rassicurante, uno sterzo preciso, ed un assorbimento delle asperità tale da garantire un confort efficace anche sulle lunghe distanze. Il motore a benzina sovralimentato, il 1.4 T-GDI della nostra prova, può essere una valida alternativa ai diesel visto che si presenta brioso, soprattutto quando si sfrutta l’abbinamento con il cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti, e parco nei consumi grazie ad una percorrenza media di 15 km/l. Chiaramente, la coppia di 242 Nm, disponibile a soli 1.500 giri, aiuta nello spunto e nelle riprese e anche nella guida impegnata ci si può togliere qualche soddisfazione. Il rollio è limitato ma avvertibile il giusto per ricevere i segnali dell’auto, così come il beccheggio in frenata. Insomma, è un’auto ideale per la famiglia ma capace di soddisfare anche i guidatori a cui piace sfruttare la meccanica nel misto.

Prezzo: 27.450 euro

L’allestimento della i30 wagon della nostra prova è il top di gamma, lo Style, per cui il prezzo di 27.450 euro risente della dotazione corposa con elementi importanti come i fari full LED, i cerchi in lega da 17, il sistema d’infotainment con schermo touch da 8 pollici, navigatore e retrocamera, ed il cambio a doppia frizione a 7 marce. Inoltre, grazie al Safety Pack ed al Leather Pack, l’esemplare in questione è praticamente una vettura full-optional ed accresce il suo prezzo di 2.800 euro. Da sottolineare infine, la garanzia di 5 anni a chilometraggio illimitato.