Il telecomando per aprire le portiere? Roba del medioevo. Ora si può “telefonare” all’auto per dirle di aprire o chiudere serrature e finestrini; ed è possibile anche farsi dire quanta benzina rimane nel serbatoio e quanti chilometri è possibile percorrere prima di fare rifornimento. E si può anche dare una veloce regolazione agli specchietti o ai sedili. Tutto questo prima ancora di salire a bordo.

Al prossimo salone di Ginevra la Hyundai mostrerà tutte queste funzioni di connettività, installate a bordo della nuova i30 a tre porte. La controparte dello smartphone è un’applicazione sviluppata in collaborazione con Lg, chiamata appunto “Hyundai App“. Il progetto della casa coreana prende il nome di “Full Connectivity“. Permette di usare i programmi del telefono direttamente dal display touch screen di bordo: navigare, consultare l’email, usare i contenuti multimediali.

Seungwook Yang, presidente del centro tecnico di Hyundai Europa, commenta: “Stiamo lavorando per rendere la mobilità delle persone sempre più semplice, personalizzata e connessa. Il nostro progetto di integrare lo smartphone quale strumento da utilizzare alla guida rappresenta un nuovo traguardo in questa direzione. Hyundai è oggi in grado di offrire agli automobilisti una tecnologia dai vantaggi intuitivi, semplice da utilizzare e versatile, perfettamente in linea con le esigenze dei nostri clienti”.