L’istituto indipendente di consulenza economica London Economics ha pubblicato un rapporto in cui si analizzano i benefici economici e sociali derivanti dalla presenza in Europa di Hyundai e Kia.

Partendo dall’occupazione, è emerso che circa 268mila persone devono il proprio lavoro all’attività e all’indotto generati dai due marchi coreani nel nostro continente. Da un punto di vista del gettito fiscale, le due case hanno versato nel 2011 circa 1,7 miliardi di euro ai governi europei.

Gli stabilimenti in Repubblica Ceca e in Slovacchia acquistano forniture per un valore di 4,8 miliardi, 3,4 dei quali da aziende europee. Più del 75% delle Hyundai vendute in Europa è interamente prodotto nelle fabbriche della Repubblica Ceca e della Turchia.

Il vicepresidente di Hyundai Europa, Allan Rushforth, ha commentato: “Gli investimenti sostenuti nell’area ci hanno permesso di migliorare la qualità dei nostri prodotti e dei nostri servizi e di offrire nuove opportunità di lavoro, sia diretto sia indiretto. Siamo fiduciosi ed ottimisti sul futuro dell’Europa, perché la nostra gente e le nostre attività sono ormai entrate nel cuore del vecchio continente“.