Nell’ultimo gran premio Nico Hulkenberg ci ha tenuto a specificare in pista di non essere assolutamente un pilota di secondo livello, uno di quelli destinati alle scuderie minori. Basta vedere come si è comportato in pista e il tipo di traguardo che è riuscito ad ottenere. 

Nico Hulkenberg, in fondo, è sul mercato piloti da tempo, ma per far salire un po’ le quotazioni sul suo conto, ha dovuto senz’altro dimostrare di valere al volante di una monoposto. Il pilota tedesco, oggi in quota alla Force India, ha fatto in Corea la gara più bella della stagione.

Nico ha superato Hamilton e Grosjean e questo è stato forse il momento di maggiore brivido ed emozione per gli spettatori e per il pilota stesso. Ecco come commenta la sua performance coreana Hulkenberg:

“Questa è stata una gara divertente, l’ideale per un mega risultato come questo! Non è stato facile, però, e per gran parte della gara ho avuto la Lotus di Grosjean a spingermi. E poi quella battaglia con Lewis, è stato davvero bello.

Credo che il momento migliore sia stata la lotta con Lewis e Romain nell’ultimo stint. Entrambi erano andati verso l’interno, così appena ho visto la possibilità di utilizzare la traiettorie esterna, ho completato la manovra. E vi posso assicurare che mi ha motivato moltissimo!”