Segnatevi questo nome: HopSkipDrive. E’ un servizio simile a quello di Uber ma destinato esclusivamente al trasporto dei bambini e presto potrebbe rivoluzionare la vita di tutti i genitori negli Stati Uniti. Quello di accompagnare i figli a scuola è infatti un compito spesso difficile per tanti adulti che lavorano a orari diversi o incompatibili con quelli degli istituti scolastici. Ecco perchè tre mamme (Joanna Mcfarland, Carolyn Yashari Becher e Janelle Mcglothlin, madri di 8 figli in totale tra i 4 e i 12 anni) hanno studiato una soluzione innovativa fondando HopSkipDrive, che si ispira al modello affermato (specie Oltreoceano) di Uber.

Il funzionamento è molto simile a quello di Uber e l’età dei passeggeri è compresa tra i 7 e i 17 anni. I genitori devono richiedere il servizio e pagare con almeno 24 ore di anticipo utilizzando l’app. Una corsa singola costa 20 dollari mentre un carnet di 50 corse può essere acquistata per 600 dollari. Per garantire la sicurezza e spegnere le preoccupazioni dei genitori sul nascere, ogni autista assunto dal servizio, denominato CareDrivers, deve superare ottenere una certificazione che passa attraverso 15 selettivi punti. Oltre a non avere nessun precedente penale, il processo comprende le impronte digitali, la partecipazione del veicolo a un’ispezione accurata oltre ai controlli della Motorizzazione Civile e una politica di tolleranza zero per fumo, droga e alcol e verso qualsiasi dispositivo elettronico durante la guida. Prevista anche una serie di HopSkip Rules (qui i dettagli).

Gli autisti devono inoltre avere almeno 23 anni e frequentare un corso di formazione dopo aver superato un colloquio personale con l’azienda. HopSkipDrive è già molto popolare a Los Angeles, dove circa 2.000 persone utilizzano già il servizio. Ma le ambizioni sono ben altre e gli oltre 10 milioni di dollari di finanziamenti finora raccolti serviranno a lanciare il servizio anche nel resto degli Stati Uniti. Non a caso la startup ha annunciato Eyal Gutentag, ex direttore generale di Uber a Los Angeles, come nuovo capo delle operazioni HopSkipDrive: “Come papà di due bambini, ho capito le sfide delle famiglie di oggi e credo veramente che HopSkipDrive sia la risposta” ha detto Gutentag.