Una storica occasione ha avuto luogo lo scorso lunedì 21 dicembre quando Honda ha consegnato la RC213V-S al primo cliente al mondo. L’evento ha avuto luogo presso la sede di Honda Racing del Regno Unito, dove è stata formata una equipe di tecnici specializzati che si prenderà cura di tutti gli esemplari venduti nel Regno Unito.

L’orgoglioso proprietario della Honda RC213V-S è Mr. John Brown, titolare della concessionaria Honda di Manchester e appassionato collezionista di moto Honda. La RC213V-S prenderà posto nella sua ricca collezione che include una RC30 nuova, una VTR1000 SP1 ed una SP2, una CBR900RR Fireblade e una VF1000F. Mr. Brown è il primo cliente al mondo a ricevere la RC213V‑S, una moto stradale che per concept, caratteristiche tecniche, sensazioni di guida è quanto di più vicino ad una MotoGP.

Commentando l’evento Mr. Brown ha affermato: “Quando venni a sapere di questa iniziativa, pensai che avrei dovuto assolutamente essere tra i fortunati acquirenti. Un’opportunità unica per diventare proprietario di un pezzo di storia delle corse della HRC. Perciò non appena furono aperte le prenotazioni, mandai immediatamente la mia richiesta. Fu un giorno davvero speciale quando ricevetti la telefonata dalla Honda che mi chiedeva se volessi confermare l’ordine. Per uno come me che ha cominciato a lavorare nell’azienda di famiglia all’età di 17 anni ed è stato un concessionario Honda da allora, è un’emozione indescrivibile. La mia concessionaria è stata tra le prime tre del Regno Unito per lungo tempo e questo esemplare sarà il pezzo più importante della mia collezione. Vorrei perciò ringraziare tutti coloro che, in Honda, hanno permesso che questo mio sogno diventasse realtà.”

Tetsuo Suzuki, Honda Motorcycle Operating Office: “Assistere alla consegna del primo esemplare della RC213V-S è fantastico, e lo è ancora di più vederla consegnare a John che ha fatto delle moto Honda una grande passione. L’occasione è ancor più unica perché l’esemplare è il secondo ad esser stato prodotto; il primo, infatti, verrà conservato presso la fabbrica per essere esposto. L’obiettivo era quello di ottenere una moto quanto più possibile vicina agli esemplari che gareggiano in MotoGP e lo abbiamo perseguito durante tutto lo sviluppo del progetto. L’interesse che il pubblico ha mostrato è stato veramente impressionante ed erano molti i clienti impazienti di acquistarne una per collezionarla o per guidarla su strada”.