Honda NSX inizierà a essere prodotta alla fine di aprile. Il nuovo Performance Manufacturing Center (PMC) di Honda a Marysville, in Ohio, avvierà la produzione della supercar di nuova generazione.

Il Performance Manufacturing Center è il nuovo centro di produzione internazionale della Honda NSX, sviluppata ex-novo a partire da un’esclusiva carrozzeria realizzata con materiali compositi ed un telaio ad elevato contenuto di alluminio. Il centro PMC ospita circa 100 lavoratori che assistono o sono direttamente coinvolti nelle operazioni di costruzione della carrozzeria, verniciatura, assemblaggio e controllo qualità. I tecnici sfruttano le avanzate tecnologie robotizzate per la costruzione di NSX ai più elevati livelli di qualità e produzione.

Il sodalizio tra manifattura e innovazione tecnologica che ha dato vita alla realizzazione di NSX ha portato alla registrazione di 12 brevetti negli Stati Uniti tra cui la nuova tecnica di fusione per ablazione, applicata per la prima volta nel settore automobilistico, e impiegata per la creazione di sei nodi sullo space frame, che agiscono da punti rigidi per il montaggio delle sospensioni e del gruppo propulsore oltre che da elementi per la protezione dagli urti. I nodi fusi per ablazione sono prodotti dall’impianto Honda di Anna, in Ohio, dove verrà assemblato anche il motore V6 doppio-turbo con sistema di lubrificazione a carter secco.

L’assemblaggio a mano di ciascun motore richiede oltre sei ore nonché l’impiego di tecniche e procedure in linea i programmi di ingegneria Honda applicati alle competizioni su pista. Ogni componente è assemblato a mano, e ognuno dei 547 bulloni è serrato a mano con livelli di tolleranza di coppia precisi. Una volta completato l’assemblaggio, ogni motore NSX è bilanciato, collaudato in base alle prove di banco e su un percorso di oltre 240 km. Le consegne ai clienti in Europa della Honda NSX avranno inizio a partire dall’autunno.