Honda rispetta l’ambiente anche quando pensa alle macchine sportive come la CR-Z che coniuga il motore a sei marce con il sistema ibrido IMA riducendo le emissioni nocive per l’ambiente, senza lesinare nel design.

La Honda dedica molto tempo e molto ingegno alla cura dell’ambiente, tanto da aver creato per l’argomento un vero sito dedicato dove gli appassionati di “ecologia” possono conoscere tutte le nuove immissioni nel commercio a emissioni “zero” (per usare un gioco di parole).

Il modello di cui vogliamo parlare è stato lanciato un anno fa, ma è così innovativa nella storia di Honda, da far parlare ancora di sé: Honda CR-Z.

Il modello in questione è una coupé ibrida pensata per il mercato europeo. Il design morbido, come dice anche il pay-off, che non finisce mai di stupire anche perché è davvero innovativa la combinazione del sistema ibrido con una trasmissione manuale a sei marce.

La riduzione delle emissioni di anidride carbonica è dovuta al fatto che il propulsore a benzina da 1500 cc si sposa con il sistema ibrido parallelo IMA di Honda.

Dal punto di vista estetico è molto interessante l’antenna posteriore “a pinna di squalo” praticamente inconfondibile e tutto il set di interni che sembra costruito attorno al guidatore.

Tutti gli accessori rendono piacevole la “passeggiata” dell’automobilista, dal lettore CD con 6 altoparlanti in poi. Infine l’abitacolo realizzato con un 2+2 che permette anche lo sfruttamento completo di due sedili posteriori in più.