Ci siamo, la Honda Civic Type-R è finalmente ordinabile in concessionaria, ed il suo prezzo di 37.000 euro è di 3.000 euro inferiore a quello della sua rivale più accreditata, ovvero la cattivissima Renault Megane RS Trophy. Per vederla su strada comunque sarà necessario attendere qualche mese visto che le prime consegne sono previste per il mese di luglio.

L’avevamo ammirata a Ginevra, dove finalmente è stata svelata in ogni particolare ed è stata mostrata nelle sue forme definitive, e adesso, come tutti gli appassionati, attendiamo di vederla in azione, visto che si tratta della Type-R più estrema mai realizzata dalla Casa giapponese.

Per chi se ne fosse dimenticato, ricordiamo che sotto il cofano di questa compatta è celato un 2 litri con tecnologia VTEC sovralimentato capace di esprimere ben 310 CV e 400 Nm di coppia massima. Un motore che spinge la Civic più cattiva della storia fino a 270 km/h, accelerando da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi.

Ma non è tutto, a far scalpore in questi giorni è stato anche il record fatto segnare sul vecchio Nurburgring, dove con il crono di 7’50”63 ha messo in riga tutte le altre vetture sportive a trazione anteriore, diventando il nuovo metro di paragone della categoria. Un motivo in più per essere attesa in maniera spasmodica dai suoi potenziali acquirenti.

Ovviamente, la dotazione di serie rispecchia le caratteristiche dinamiche di questa nuova bomba compatta. Quindi tra gli accessori presenti troviamo i cerchi in lega da 19 pollici e l’aerodinamica dedicata, con tanto di splitter anteriore, minigonne laterali, diffusore e la grande ala posteriore.

All’interno non mancano i sedili sportivi, la pedaliera in metallo, il pomello del cambio in alluminio ed il pulsante d’accensione. Completano il quadro i fari a Led con abbaglianti automatici, il clima bizona, i sensori per la pressione degli pneumatici, ed il sistema multimediale Honda Connect con tanto di navigatore integrato griffato Garmin.

Saranno 5 le colorazioni disponibili, ma il carattere della Civic Type-R sarà sempre sottolineato dal suo aspetto che ricorda tanto quello di una vettura del WTCC targata per la circolazione stradale.